gennaio 29, 2015

BOOK HAUL : December (and previous months)

BOOK HAUL - è un rubrica mensile, pubblicata ogni fine del mese, che ha lo scopo di presentare il 'bottino di libri' che ho ricevuto o scambiato o acquistato. Non so da chi è stata ideata questa rubrica, so solo che viene usata dalle booktubers americane, e l'idea è davvero carina.

Penultimo giorno del mese, io sono qui a dirvi ciao ..c'è solo un post che potrei scrivere: il mio book haul! Nel tempo che sono mancata non mi sono dimenticata dei libri, e lo sapete voi meglio di me che non ci si può allontanare dai libri. Perciò ho deciso di farvi vedere in che modo mi sono non-allontanata da essi. Ho diviso questo post in due parti -come si vede dal titolo-: i libri che ho preso nei mesi precedenti e i libri di dicembre. Il book haul di gennaio arriverà molto presto, ma non credo sarà ricco come questo!

Part one: PREVIOUS MONTHS BOOK HAUL
Looking back ..chiamasi guadagnare tempo e fare un mega post.

Aprile 2014 :
Mi ami e non lo sai di Tiziana Merani, Le cose che non so di te di Christina Baker Kline e L'arte ingannevole del gufo di Ella West
mi sono stat inviati dalla Giunti; 
The Elite di Kiera Cass mi è stato inviato dalla Sperling & Kupfer;
Requiem di Lauren Oliver mi è stato inviato dalla Piemme Freeway;
Il Circo della Notte di Erin Morgestern mi è stato regalato dalla mia soul-mate Veronica di She was in Wonderland come regalo di compleanno. Vero ti adoro è stato un regalo inaspettato e che mi ha sorpreso da morire. ♥ love u sooooo much, honey!

Maggio 2014 : 
La trilogia di Jenny Han composta da L'estate nei tuoi occhi, Non è estate senza te, Per noi sarà sempre estate mi è stata inviata dalla Piemme Freeway;
Il visconte dimezzato e Il barone rampante di Italo Calvino -primi della trilogia- li ho acquistati sotto consiglio di un mio carissimo amico italiano che ama questo autore. Li ho già letti entrambi e non posso dargli torto su Calvino: davvero uno stile meraviglioso e una storia fantastica! Magari ve ne parlerò in un'altra occasione;
Stanotte il cielo ci appartiene di Adriana Popescu l'ho ricevuto grazie alla Giunti.

Giugno/Luglio 2014 :
Legend di Marie Lu e Sono nel tuo sogno di Isabel Abedi li acquistati su Amazon. Ho sempre desiderato leggere il secondo romanzo che vi ho citato anche se non è nel mio "stile", ma ora più che mai sto cercando di far rientrare gli altri generi letterari esistenti nel raggio del mio stile;
Prodigy di Marie Lu mi è stato inviato dalla Piemme Freeway a sorpresa -ecco perché ho comprato il primo della serie su amazon;
Will ti presento Will di David Levithan e John Green mi è stato inviato dalla Piemme Freeway.

Agosto/Settembre 2014 :
Memorie di una Geisha di Arthur Golden l'ho ricevuto dalla Tea;
Blue e Green di Kerstin Gier me li ha regalati mio padre;
Alter ego di Susanne Winnacher e Allegiant di Veronica Roth mi sono stati inviati dalla De Agostini;
Noi siamo grandi come la vita di Ava Dellaira mi è stato inviato dalla CE e sono stat felicissima di averlo ricevuto, perché proprio il giorno che mi fu arrivato, decidetti di andarlo a comprare;
l'altro regalino non è un libro, ma il mio nuovo iPhone 5s che adoro!


Part two: DECEMBER BOOK HAUL

gennaio 23, 2015

January WRAP UP

WRAP UP - è semplicemente un'alternativa alle recensioni, nella quale vi faccio un recap dei libri che ho letto, dicendovi anche sul fattore che mi ha spinto a comprarli, sul perché mi sono piaciuti o meno e darò un voto. Le recensioni poi saranno scritte quando avrò tempo, perché questa rubrica è proprio per gli incasinati come me che non trovano tempo!

Buongiorno a tutti e ben ritrovati! omg sembra una pubblicità Oggi avrei preferito scrivervi una recensione, perché ne ho parecchie arretrate, ma il mio stato d'animo non le forze necessarie per scriverne una e poi il tempo è davvero molto poco, oggi. Ho un sacco di lezioni e devo fare delle commissioni urgenti che non posso rimandare, quindi ho pensato ad un'idea carica: una nuova rubrica che ho deciso di adottare e che oggi voglio presentarvi! Come avete visto, non ho pubblicato i banner delle rubriche, perché sono in crisi con questi codici html e con la grafica in generale. Avrei voluto cambiare tutto, ma alla fine mi stava dispiacendo questa qui ed ho lasciato così com'è .. quindi i banner credo che arriveranno molto tardi, o non arriveranno proprio, vedremo. 

Oggi vi presento le letture di questo mese e, anche se dovrei pubblicare questo post agli inizi di febbraio, ho deciso farlo oggi dato che l'ultimo libro che sto leggendo è una rilettura e so già cosa avrei da dirvi.

Celaena Sardothien, paladina del re, ha il compito di uccidere per conto del sovrano, ma la ragazza ha scelto di non portare a termine le missioni a lei affidate: a ognuna delle sue vittime ha dato la possibilità di fuggire e ne ha inscenato la morte. Ora però il suo inganno rischia di essere svelato, forse anche a causa degli antichissimi poteri magici di cui si serve il re, e che dovrebbero essere banditi da decenni. Contrastare questa oscura magia non è semplice, anche perché Celaena si ritrova contesa tra due amori, e non riesce a decidere a quale rinunciare.

Sapete già quanto quest'autrice mi aveva fatto innamorare del suo stile, della sua storia e dei suoi personaggi con il primo libro della serie, Il Trono di Ghiaccio, ma direi che con questo mi ha messo k.o. Adoro la rivoluzione che la storia ha effettuato in questo libro: non è tutto esclusivamente concentrato sul fatto che Celaena è un'assassina ed è lì per uccidere, ma ci sono altre trame travolgenti come quella dei segni di Wyrd. La magia e il sangue si mescolano, proprio come l'amore e l'odio. Non c'è niente che vorrei cambiare di questa trama o di questi personaggi sempre più avvincenti. Nehemia mi è rimasta nel cuore in questo romanzo, dato che nel primo non l'avevo proprio adorata come una dea; su Dorian mi piacerebbe scoprire un po' di più e credo che verrà fuori man mano che leggeremo gli altri libri; Chaol mi ha conquistata E NON DICO ALTRO *fangirling*; Celaena è Celaena! 


gennaio 20, 2015

KEY WORD #1: Originalità

KEY WORD - ideata dai miei amici Hazel, Grace e Luna, consiste solo  nel loro sfogo personale: in ogni appuntamento vi proporranno un argomento da affrontare, sintetizzato con una parola chiave (da qui il nome). Esprimeranno le loro opinioni, citeranno quanti libri vorranno, organizzeranno il post a loro piacimento. Noi li staremo solo ad ascoltare, questi pazzi qui. 

Buon pomeriggio! Sebbene contassi di pubblicare un book haul dopo la recensione, purtroppo i miei amici mi hanno assillata: da quando conoscono il mio blog e leggono tutto ciò che dite voi, hanno sempre voglia di parlarvi e di raccontarvi un po' come la pensavo.
A voi sembrerà strano vedere questa rubrica, starete pensando "ma che rubrica è? Ma Ronnie sarà impazzita?". Vi rispondo subito: non sono impazzita, vi ho già presentato questa rubrica con un nome diverso: Speaking Up. Riflettendoci su con i miei amici, siamo arrivati ad una conclusione: abbiamo modificato le impostazioni iniziali della rubrica, senza modificare la sua essenza. Cioè abbiamo cambiato il nome in Key Word proprio perché ogni appuntamento sarà centrato su una parola chiave, in base alla quale i miei tre amici dovranno parlare di tre o più libri, come preferiscono.
La loro voglia di scrivervi è stata scaturita dal fatto che vuoi siete persone estranee, non li conoscete, loro non conoscono voi, ed è un'arricchimento aggiuntivo, secondo loro. Sì, mi hanno fatto questo discorso per convincermi a scrivere qualcosa qui ed oggi che gli ho lasciato spazio mi trattano come un capo redattore: vengono da me a chiedermi consigli su cosa scrivere, come scriverlo e roba varia. Ovviamente loro sono tutti e tre italiani e vi ripropongo le loro presentazioni iniziali, se non ricordate chi sono questi tre moschettieri.

- - - - - -
Sono Grace ma chiamatemi Jaymes 
Ho venti anni appena compiuti, sono una pazza dell'informatica, leggo a più non posso e mi drogo di Diet Coke, dei cupcakes ai mirtilli di Starbucks, di 'Touch' e di Jennifer Lawrence. Sebbene io frequenti l'università, non ho le idee chiare su cosa fare della mia vita, ma probabilmente voglio diventare grande, essere responsabile, girare il mondo e visitare tutti i posti di cui ho letto.  Iniziai a leggere all'età di sei anni, non appena fui in grado di farlo da sola, e per prima cosa lessi tutte le fiabe che c'erano in circolazione e poi Harry Potter, come da prassi è ovvio. Tutt'ora ho "Il prigioniero di Azkaban" sempre sul comodino per leggerne dei passi cruciali nei momenti più disparati del giorno o anche della notte, capita quando faccio un brutto sogno o non riesco ad addormentarmi dopo una capatina al frigorifero.

Sono Luna ma chiamatemi Lovegood
Sono tantissime cose, amo tantissime cose, ma credo che comincerò col dirvi che i miei genitori vanno pazzi per Harry Potter e mi hanno chiamata Luna come Luna Lovegood, ma qui mi firmerò con Lovegood perché loro volevano che fossi una persona che sapesse amare e buona e stramba e simpatica, come Luna ecco. 
Le mie passioni più grandi sono la fotografia e i libri. Per la prima posso dirvi che mi piace immortalare i momenti, e per la seconda vi dico che mi piacciono principalmente i distopici e gli urban fantasy. 
I miei luoghi/cose preferite da immortalare sono il mare e le conchiglie, i prati e i fiori, i miei amici e il fumo delle sigarette. I miei libri preferiti sono quelli della Woolf e di Fitzgerald, ma anche quelli della Clare e di Gaiman. Vado da un luogo ad un altro, da un genere ad un altro ..e sono facilmente impressionabile.

Sono Hazel, e sono un maschio tanto per la cronaca
Ho ventitré anni ed amo l'inverno, la neve, i maglioni, i cappellini e i pomeriggi passati a disegnare davanti alla finestra. Ho una chitarra nera e tanti ma tanti libri di tutti i tipi e di tutte le grandezze e di tutti gli scrittori possibili ed immaginabili ..ma stiamo parlando sempre di qualcosa che ho scelto io, quindi non so quanto possa variare quest'orizzonte. Ho sempre seguito me stesso e il mio intuito nelle cose che ho fatto nella mia vita e sono andato da Dio, i libri che ho letto nella mia vita mi sono piaciuti quasi tutti. Può essere una cosa cattiva perché ho un sacco di libri preferiti e quando mi capita di leggere qualcosa di terribile lo mortifico tantissimo parlandone, ma è buono perché sono stato accolto in storie e avvenimenti da personaggi e in luoghi incantevoli. Sono fortunato, non c'è che dire. 
- - - - - - 

Ho conosciuto Grace e Luna quand'ero in Italia, erano due mie compagne di classe ed ho subito stretto un legame molto forte, che ha saputo superare tutte le avversità e specialmente la lontanza. Siamo state sempre in contatto, ma solo nel 2013 hanno deciso di venire a studiare qui in Inghilterra. Grace sta studiando quella che voi chiamate Mediazione Linguistica ed ha degli ottimi risultati, è piuttosto brava nelle lingue e sono orgogliosa di lei; Luna invece studia Giurisprudenza, diventerà un'avvocato ed aiuterà tutti noi nei momenti di difficoltà ahah!

Per quanto riguarda Hazel -il maschio (non confondetelo con una femmina se non vorreste avere un nemico che fa arti marziali)- è il mio amico d'infanzia, il figlio di un carissimo amico di mio padre che si è trasferito assieme alla sua famiglia in Italia con noi. Siamo sempre stati legati, abbiamo un'amicizia splendida ed io ringrazio il cielo ogni giorno per avere una persona così splendida al mio fianco! In realtà all'inizio lo odiavo un po': mi rubava i giocattoli quand'eravamo piccoli, ma man mano che crescevamo capivo sempre più sul suo modo d'essere. Sarà sempre una figura importante per me e non potrei vivere senza le sue fucking daily bullshit. Hazel studia Medicina ed è più intelligente di quanto potreste pensare, davvero. Lo dico perché all'inizio lo credevo. E' di un'intelligenza spiccata. Ancora mi stupisco.

Solo io sono l'unica che non va all'università, anche se sto cercando di provare ..comunque questo non è il momento per parlare di me, arriverà. Loro sono il centro della nostra conversazione di oggi, e quindi lascio a loro la parola, e spero vi divertiate a leggere cosa pensano di me e dei nostri cari amici libri!

- - - - - - - - - - - - - - - 


Hi! Per gentile concessione oggi vorremmo parlare di qualcosa che sta a cuore un po' a tutti i lettori, chi più e chi meno. Il livello di amore per questa caratteristica libresca di cui vi parleremo è direttamente proporzionale al valore della qualità dei libri che leggete di solito, vi avverto. Ovvero: un lettore cerca questa qualità solo se è un buon lettore, solo se legge libri decorosi, solo se legge libri degni di essere chiamati con questo sostantivo.
Una cosa che noi tre (+Ronnie) cerchiamo nei libri è l'originalità: parola chiave di oggi. E' davvero difficile a questi tempi trovare dei libri singolari, con una trama mai vista prima, con dei personaggi mai visti prima e con uno stile facilmente apprezzabile. Leggere continuamente libri con queste caratteristiche sarebbe una gioia immensa per noi lettori, ma gli editori e gli autori ci renderebbero la vita così troppo facile che oggi non staremmo parlando nemmeno di questo.
Il nostro è proprio quello di parlarvi di tre libri che ci sono sembrati appartenere a questa fascia di apprezzabilità, spiegando perché per noi sono così e cosa pensiamo di questo argomento e di quello che ne concerne.

gennaio 16, 2015

RECENSIONE: Red, Kerstin Gier

Hello everyone! E' dall'anno scorso che non scrivo nulla e, lo so, ormai non faccio altro che far così: scrivere, promettervi molto, sparire, scrivere, promettervi molto, sparire.. sempre la stessa routine. Quindi questa volta facciamo che non vi dico nulla che è tanto meglio, ma parliamo solo di cose che in questo momento mi va di dire a voi, cose che non si distruggeranno solo perché non tornerò sul blog -IPOTESI! non ho detto che debba essere così!

♥ Merry Xmas, Happy New year and something like that! Purtroppo sono arrivata tardi e non ho potuto farvi gli auguri per queste feste che sembrano passate da un pezzo. Personalmente ho cercato di godermele al centoXcento, trascorrendo molto tempo con la mia famiglia, con i miei amici e divertendomi a fare regali a tutte le persone a cui avevo voglia di farli! Per me fare regali è come bere il te delle cinque: sono una persona alla quale piace far sentire gli altri bene, quindi approfitto di solito di queste feste per dar sfogo alla mia fantasia. Siccome poi sono una che ascolta e osserva molto attentamente, prima che arrivasse natale sapevo già cosa regalare a quasi tutti! Le più difficili sono state una mia amica e mia nonna, due donne complicate e molto indipendenti, ogni volta che vogliono qualcosa prendono la giacca e vanno a prendersela, senza aspettare. Alla fine però ce l'ho fatta e sono stata piuttosto soddisfatta delle loro facce quando hanno aperto i miei piccoli regalini. Anch'io ho ricevuto un sacco di libri, per di più la maggior parte italiani -lo avevo espressamente ordinato a tutti: ho bisogno di leggere in italiano, grazie- e sono stata contentissima. Alcuni sono libri che desideravo da non so quanto e altri sono libri che avevo letto chissà quando, chissà dove, chissà in che formato, chissà da chi l'avessi preso, che sono stata felicissima di avere finalmente nella mia libreria. Direi che un Christmas Book Haul sarebbe davvero caruccio, secondo me, che ne dite? (con tutti questi libri che mi sono arrivati, ne sono stata immersa fino al collo ed ho sentito la necessità di comprare una nuova libreria fighissima)

♥ In questo periodo -guai a chi non ci crede!- ho letto davvero un sacco e molto in fretta: sono ritornata la Ronnie di 13 anni che leggeva Anna Karenina vicino l'albero di natale! Non ho solo letto alcuni libri che si sono materializzati nelle mie mani, per di più sono state delle scelte fatte puramente a caso, ma che si sono rivelate davvero entusiasmanti! Sono andata avanti in una serie leggendo il secondo romanzo, ho concluso due serie ed ho iniziato-e-finito un'altra serie. E' stata una cosa meravigliosa, ho realizzato la prima maratona in vita mia ed è stata una bella esperienza, credetemi, e non vedo l'ora di parlarvene. Comunque sono state tutte delle belle letture ..ed oggi sono qui a parlarvi proprio di una di queste letture, il primo della trilogia che ho maratonato. Prima avevo pensato di fare una recensione di tutti e tre in modo da essere più veloce con le tempistiche, ma poi ho pensato a chi magari vuole approcciarsi alla serie: come fa con la mia recensione alla terza? Può incappare in spoilers e per esperienza personale, fatemelo dire, sono assolutamente odiosi!



Autore: Kerstin Gier

Titolo: Red

Serie: Trilogia delle Gemme #1

Editore: Corbaccio (prima edizione) ; Tea (seconda edizione)

Trama: Per l'amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all'altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. Da quando, a causa della morte del padre, si è trasferita con la mamma e i fratelli in quella casa, la sua vita le sembra sensibilmente peggiorata. La nonna, Lady Arisa, comanda tutti a bacchetta con piglio da nobildonna e con l'aiuto dell'inquietante maggiordomo Mr Bernhard, e zia Glenda considera lei, Gwen, una ragazzina superficiale e certamente non all'altezza del nome dei Montrose. E poi c'è Charlotte, sua cugina: capelli rossi, aggraziata, bravissima a scuola e con un sorriso da Monna Lisa. È lei la prescelta, colei che dalla nascita è stata addestrata per il grande giorno in cui compirà il primo salto nel passato. Charlotte si dà un sacco di arie, ma Gwen proprio non la invidia: sa bene che si tratta di una missione pericolosissima non solo per la sua famiglia ma per l'umanità intera, e da cui potrebbe non esserci ritorno. E non importa se Charlotte non viaggerà sola ma sarà accompagnata da un altro prescelto, Gideon de Villiers, occhi verdi e sorriso sprezzante... Gwen non vorrebbe davvero trovarsi al suo posto. Per nulla al mondo...


R e c e n s i o n e 

Come ho scritto nella pagina apposita, tra i miei propositi per quest'anno nuovo c'è quello che riguarda le serie di libri: ho intenzione di avvicinarmi ad alcune di esse che dimorano nella mia casa da troppo tempo. Non è uno 'sbarazzamento', ma è solo questione di soddisfazione personale. Ogni volta che passo davanti alle mie librerie e vedo tutti questi libri to-read che mi aspettano lì con le lacrime, mi piange il cuore. Per questo alla fine del 2014 mi sono ripromessa questa cosa pensando: "chissà magari qualcuno di loro mi regalerà qualcosa", e proprio così è stato per questo romanzo.