aprile 17, 2015

TOP TEN FRIDAY: Side Characters

TOP TEN FRIDAY - è una rubrica che prende spunto allegramente da top ten tuesday di The Broke and The Bookish. Vuole semplicemente sparlare di un argomento letterario e crearne una lista di dieci. Tutto ciò ogni venerdì che posso, con un argomento diverso e spero più interessante.

Hola sunshines e scusatemi per l'assenza di quasi una settimana, ma ho avuto un sacco da fare tra il rientro a Londra e le cose che avevo lasciato in sospeso qui. Ora sono ritornata ai ritmi molto duri inglesi, ho abbandonato la pace e la spensieratezza che mi avevano assalito in America, e sono pronta a scrivervi quotidianamente come prima. In America, sapete bene, ho comprato un paio di cose, non ho voluto esagerare, ma sono super soddisfatta di ciò che ho preso e anche della mia esperienza. A questo proposito vi avviso che farò a breve un random in cui vi parlerò di Barcellona e anche di New York (e se voi ne siete curiosi già da adesso, ditemi quando vorreste che lo pubblichi)! Farò anche un book haul alla fine del mese e credo che sarà diviso in due parti. 

Oggi parlerò di tutt'altro, però, niente che avrà a che fare con gli acquisti o le città, ma qualcosa che comunque riguarda i libri. Mi pare anche ovvio, potevo evitare anche di dirlo. Era da molto che non pubblicavo un appuntamento con questa rubrica che mi piace da morire, così ..there you have it! 


Dieci personaggi secondari
che mi hanno più riempito il cuore

Molte volte ci capita di incontrare, durante la lettura di un libro bello o brutto che sia, dei personaggi che per certi versi ci attirano molto di più dei veri e propri protagonisti. I side characters sono appunto questi, che, con maestria e semplicità, senza pretese, si insinuano nella nostra mente con un pensiero del tipo: "Ma perché l'autrice non ha fatto diventare lei la protagonista?", oppure: "Ma che figo questo personaggio, voglio leggere un libro sulla sua storia!". 

1 - La più bizzarra, la più pazza e la più simpatica bambina-ragazza che io abbia mai incontrato in un libro. Durante la lettura dei libri non desideravo altro che essere lei e conoscerla meglio.

Luna Lovegood

Harry Potter and the Prisoner of Azkaban di J. K. Rowling - Harry Potter #3 

"Non vado in cerca di guai. Di solito sono i guai che trovano me". Così dice Harry Potter, giovane studente della prestigiosa Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, ai suoi amici. E infatti Harry non è al sicuro: un famigerato assassino è evaso dalla terribile prigione di Azkaban e gli sta dando la caccia, deciso ad ucciderlo. Forse questa volta nemmeno la scuola magica, nemmeno gli amici più cari possono aiutarlo, non quando tra loro si nasconde un traditore...
In un vortice di emozionanti colpi di scena, tra mappe stregate e ippogrifi scontrosi, zie volanti e libri che mordono, Harry Potter conduce il lettore nel terzo capitolo delle sue straordinarie avventure.
Diventato un fenomeno letterario di portata internazionale, Harry Potter ha conquistato le prime pagine dei giornali e ha risvegliato l'amore per la lettura in un'intera generazione. Il ritmo incalzante, i personaggi indimenticabili, la trama perfetta fanno di questi libri dei capolavori assoluti, amati dai ragazzi e dagli adulti.


2 Tra tutti i personaggi secondari di questa fantastica trilogia, tra tutte le migliori caratterizzazioni della narrativa fantasy, ho scelto proprio l'elfo più difficile da capire; anche il più dolce, il più tenero e il più guerriero.

Legolas

The Fellowship of the Ring di J. R. R. Tolkien - The Lord of the Ring #1

In questo primo romanzo della trilogia di Tolkien, il lettore conosce gli Hobbit, minuscoli esseri saggi e longevi. Frodo, venuto in possesso dell'Anello del Potere, è costretto a partire per il paese delle tenebre. Un gruppo di Hobbit lo accompagna e, strada facendo, si associano alla compagnia altri esseri: Elfi, Nani e Uomini, anch'essi legati al destino di Frodo. Le tappe del cammino li conducono attraverso molte esperienze diverse, finché la scomparsa di Gandalf, trascinato negli abissi da un'orrenda creatura, li lascia senza guida. Così si scioglie la Compagnia dell'Anello e i suoi membri si disperdono, minacciati da forze tenebrose, mentre la meta sembra disperatamente allontanarsi.

3 Ci sono tantissimi personaggi secondari anche qui, avrei potuto scegliere Simon Lewis, Magnus Bane, ma ho scelto la più badass che ci sia. Isabel is too sassy for mundane. 

Isabel Lightwood

City of Fallen Angels di Cassandra Clare - The Mortal Instruments #4

La guerra è conclusa e Clary è tornata a New York, intenzionata a diventare una Cacciatrice di demoni a tutti gli effetti. E finalmente può dire al mondo che Jace è il suo ragazzo. Ma ogni cosa ha un prezzo. C'è qualcuno che si diverte a uccidere gli Shadowhunters, e ciò causa fra Nascosti e Cacciatori tensioni che potrebbero portare a una seconda, sanguinosa guerra. Simon, il migliore amico di Clary, non può aiutarla. Sua madre ha scoperto che è un vampiro e lui non ha più una casa. E come se non bastasse, esce con due ragazze bellissime e pericolose, nessuna delle quali sa dell'altra. Quando anche Jace si allontana senza darle spiegazioni, Clary si trova costretta a penetrare nel cuore di un mistero che teme di svelare fino in fondo: forse è stata lei a mettere in moto la terribile catena di eventi che potrebbe farle perdere tutto ciò che ama. Jace compreso. Amore. Sangue. Tradimento. Vendetta. La posta in gioco non è mai stata così alta per gli Shadowhunters...

4 L'autrice ci da così tanti spunti per capire la personalità di questo personaggio, ci da tanti momenti di lei, tante parole e tanti gesti, ma perché non scrive una novella sulla storia della Principessa? Sarah, perché no? I know you want it.

Principessa Nehemia

Throne of Glass di Sarah J. Maas - Throne of Glass #1

Per una volta Celaena, la migliore assassina nel regno di Adarlan, non deve uccidere su commissione, ma per guadagnarsi la libertà. Il figlio del tirannico re del Paese sta cercando un nuovo sicario che elimini i nemici di suo padre. Celaena, strappata ai lavori forzati cui era condannata, deve riuscire a sopravvivere tra ventiquattro contendenti. Se vincerà, diventerà la paladina del re e, dopo quattro anni di servizio, sarà infine libera. Il Principe Ereditario è il suo maggiore alleato. Il Capitano delle Guardie la protegge. Entrambi la amano. Ma l'amore e il talento non bastano per vincere. Quando gli altri candidati iniziano a morire uno dopo l'altro, Celaena capisce che la sua vita è sempre più in pericolo, e le persone di cui fidarsi sono sempre meno... A lei spetterà il compito di estirpare il male, prima che distrugga il suo mondo. 

5 Sinceramente a me non piace questa saga, lo sapete. Magari le mie recensioni possono sembrare positive e lo erano in effetti, ma col passare del tempo, con l'esperienza di altri distopici e di altri romanzi in genere, ho capito che il mondo ha dato troppa importanza alla trilogia ..e l'autrice, invece, poca importanza a questo personaggio. Tutti lo amano alla follia, ma nessuno che scrive qualcosa solo su di lui!

Finnick Odair

Catching Fire di Suzanne Collins - Hunger Games #2

Grazie a una minaccia di suicidio, Katniss e Peeta hanno vinto gli Hunger Games sfidando pubblicamente lo Stato. Il loro gesto ribelle scatena la reazione nei 12 distretti di Panem, diventando un simbolo di libertà. Ma il presidente Snow non dimentica e per vendicarsi indice una nuova edizione dei giochi: un torneo in cui a sfidarsi saranno tutti i precedenti vincitori. I protagonisti finiscono così nuovamente nell'arena. E le torture fisiche e psicologiche che hanno già subito non saranno niente in confronto a quello che li aspetta..

6 Una delle mie trilogie preferite al mondo non poteva mancare in questo elenco. L'autrice ha saputo ideato due grandi personaggi con al fianco tantissimi piccoli. Uno fra questi è proprio lei. L'amica, la consolatrice, colei che perdona, colei che soffre, ma colei che è ancora forte.

Christina

Divergent di Veronica Roth - Divergent #1

La società distopica in cui vive Beatrice Prior è suddivisa in cinque fazioni, ognuna delle quali è consacrata a una virtù: sincerità, altruismo, coraggio, concordia e sapienza. Il momento cruciale nella vita dei cittadini è il Giorno della scelta, che cade allo scoccare del sedicesimo compleanno: ogni giovane sceglie a quale fazione votare il proprio futuro. Ora tocca a Beatrice, e la sua scelta non solo sorprenderà tutti, ma segnerà per sempre il suo destino, catapultandola in un mondo duro e violento e facendole scoprire le crepe di una società che è tutto tranne che perfetta. Una società che la vorrebbe morta se scoprisse il suo segreto. Perché Beatrice non è una ragazza qualunque, lei è una divergent. Una diversa.

7 Questa trilogia non è la migliore in circolazione, non ha sviluppato la migliore idea, non ha i migliori personaggi della narrativa di questo genere, ma una cosa gliela possiamo premiare: questo personaggio. La più intelligente di tutta la serie, la più simpatica e la più ingegnosa.

Leslie Hay

Red di Kerstin Gier - Trilogia delle Gemme #1

Gwen ha una famiglia un po' strana. Vive infatti con la mamma, la sorella e il fratello assieme alla nonna che non la considera assolutamente, alle zia che la valuta non degna di nota e alla cugina Charlotte che la odia. E questo è ancora niente. Charlotte ha la stessa età di Gwen, ma da sempre è la "prescelta". La famiglia infatti per discendenza eredita un particolare gene che li rende in grado di viaggiare nel passato. E la prescelta è di sicuro Charlotte, è stato stabilito con calcoli complicatissimi e da sempre la preparano per questo evento. Ma forse i calcoli non sono così giusti...

8 Non ho ancora concluso questa trilogia distopica che mi porto dietro da anni e che per il momento non mi ha convinta fino in fondo. I due libri mi hanno dato sensazioni diverse tra loro, ed in entrambi i libri conosciamo tantissimi nuovi personaggi. Tra loro, la più anticonformista mi è rimasta nel cuore e non vedo l'ora di leggere la sua novella.

Hana Tate

Delirium di Lauren Oliver - Delirium #2

Nel futuro in cui vive Lena, l'amore è una malattia, causa presunta di guerre, follia e ribellione. È per questo che gli scienziati sottopongono tutti coloro che compiono diciotto anni a un'operazione che li priva della possibilità di innamorarsi. Lena non vede l'ora di essere "curata", smettendo così di temere di ammalarsi e cominciare la vita serena che è stata decisa per lei. Ma mancano novantacinque giorni all'operazione e, mentre viene sottoposta a tutti gli esami necessari, a Lena capita l'impensabile. Si infetta: si innamora di Alex. E questo sentimento è come ritornare a vivere, in una società di automi che non conosce passione, ma nemmeno affetto e comprensione, Lena scoprirà l'importanza di scegliere chi si vuole diventare e con chi si vuole passare il resto della propria vita..

9 Vorrei davvero poter leggere qualcos'altro di questa storia, leggerei anche le novelle se fossero uscite, se la Meyer avesse scritto qualcos'altro. Ma no, ci dobbiamo accontentare di questo romanzo che abbiamo e dei personaggi. Anche se vorrei conoscere la storia di uno in particolar modo, la sua storia prima dell'incontro con Melanie o la sua storia prima dell'incontro con Melanie-Viandante

Jared Howe

The Host di Stephenie Meyer - The Host #1

Nel futuro la specie umana sta scomparendo. Un'altra razza, aliena, potente e intelligentissima, ha preso il sopravvento, e i pochi umani rimasti vivono raccolti in piccole comunità di fuggiaschi. Tra loro c'è Jared, l'uomo che la giovane Melanie, da poco caduta nelle mani degli "invasori", ama e non riesce a dimenticare. Neppure adesso che il suo corpo dovrebbe essere niente più di un guscio vuoto, un semplice involucro per l'anima aliena che le è stata assegnata. Perché l'identità di Melanie, i suoi ricordi, le sue emozioni e sensazioni, il desiderio di rincontrare Jared, sono ancora troppo vivi e brucianti per essere cancellati. Così l'aliena Wanderer si ritrova, del tutto inaspettatamente, invasa dal più umano e sconvolgente dei sentimenti: l'amore. E, spinta da questa forza nuova e irresistibile, accetta, contro ogni regola e ogni istinto della sua specie, di mettersi in cerca di Jared. Per rimanere coinvolta, insieme a Melanie, nel triangolo amoroso più impossibile e paradossale, quello fatto di tre anime e due soli corpi.


10 Ed infine uno dei miglior libri che io abbia mai letto. Bellissimo ed emozionante, con un personaggio simpatico, strambo e una sottospecie di "aiutante di babbo natale"! 

Zuzana

La chimera di Praga di Laini Taylor - Daughter of Smoke and Bone #1

Karou ha 17 anni, è una studentessa d’arte e per le strade di Praga, la città dove vive, non passa inosservata: i suoi capelli crescono di un naturale blu acceso, la sua pelle è ricoperta da un’intricata filigrana di tatuaggi e parla una straordinaria quantità di lingue. Spesso scompare per giorni, e nessuno sospetta che durante quelle assenze vada in giro per il mondo a compiere missioni per Sulphurus, il demone chimera che l’ha adottata alla nascita. Karou non sa nulla delle proprie origini, né possiede ricordi dei suoi veri genitori, e una strana sensazione di vuoto, di memoria perduta agita i suoi pensieri e i suoi sogni senza mai abbandonarla. Così la sua quotidianità praghese, dominata dalla passione per il disegno, è intervallata da improvvisi ed esotici viaggi che la conducono fin dentro i più fumosi vicoli della medina di Marrakesh. Chi è dunque questa giovane e talentuosa avventuriera? Quale mondo si cela in quei disegni di corpi metà animali e metà umani che costellano i suoi fogli? Arriverà una guerra, spietata e senza tempo, a svelare la natura di Karou e della sua famiglia e a farle conoscere il vero amore, tanto passionale quanto contrastato. Il risultato sarà un racconto ricco di atmosfere, in cui figure di antiche religioni si fonderanno con la tradizione magica del vecchio mondo.


Let me know down below what side character do you prefer. 

8 commenti:

  1. Quanta verità in questa lista!
    Concordo pienamente con i primi sei, per quanto riguarda la trilogia della Gier è lì sugli scaffali della mia libreria a prendere polvere. Non so perchè.
    Ho finito quella di Delirium e devo dire di averla apprezzata davvero, anche se il finale lascia a) perplessi b) iracondi c) forse un pò insoddisfatti -> leggila e dimmi che ne pensi!
    A breve ordinerò la trilogia della Taylor dato che è uscito il boxed set con i volumi in hardcover *-* e si avvicina il mio compleanno perciò ho una bella scusa!
    Buon week end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS: Parla di NY parla di NY parla di NY, io sono innamorata di quella città, di ogni sua via!

      Elimina
  2. Shììì voglio il resoconto del viaggio (tanto per deprimermi di più lol) *_*
    Comunque Finnick Odair io l'ho amato troppo. Anche più degli altri protagonisti di Hunger Games. Legolas a me piaceva tantissimo nel film (e giuro che non solo perché era interpretato da Orlando Bloom u.u)! Nel primo libro non ha molto spazio (se non ricordo male) e gli altri due devo ancora leggerli ç_ç

    RispondiElimina
  3. Ciao Ronnie! <3
    Il libro della Taylor è meraviglioso!! *__* anche a me piacerebbe conoscere meglio Zuzana, è l'aiutante perfetta e una vera amica per Karou!
    Legolas... che te lo dico a fare! io lo a d o r o ... se potessi, andrei a vivere con lui nel Bosco Atro!! XD
    Luna Lovegood è fantastica: sembra così distratta, ma in realtà è estremamente acuta!!
    bellissima Top Ten!

    RispondiElimina
  4. Hey there!!
    Allora, Daughter of Smoke and Bone devo ancora leggerlo. (E devo darmi una mossa.. u.u)
    LUNA!!! Da quanto tempo non sentivo parlare di lei <3 Fantastica Luna Lovegood, adoro quella ragazza :3

    RispondiElimina
  5. Che bello questo post! I personaggi secondari sono spesso talmente belli che finiscono per prendere vita in altri racconti o addirittura libri...Isabell Lightwood è una di quelle che difficilmente riescono a non farsi notare... per la serie throne of glass invece leggerei volentieri di Sorschra :D

    RispondiElimina
  6. Great blog♥

    How about follow each other?
    I follow your blog. Waiting for you♥
    My Blog: http://juliemcqueen.blogspot.com

    RispondiElimina
  7. Ciaoo :)
    Bello quest post ;)
    Lunaaaa, amo quella ragazza: è completamente pazza e la sua sincerità è disarmante... È sempre stata il mio personaggio preferito dell'intera saga, insieme a Sirius, Fred e George!!
    Concordo su Legolas, anche se il mio preferito rimarrà sempre Aragorn. Neanche a me piace molto Hunger Games, però ci sono dei personaggi che ho amato tra cui Finnick e Johanna ;)

    RispondiElimina

Mi fa piacere leggere i vostri pensieri, let the freedom free!