marzo 23, 2015

RECENSIONE: Splintered, A.G.Howard

Good evening sunshines ..sì ho deciso di chiamarvi così perché ogni volta che scrivo qualcosa sul blog o che leggo qualche commento la mia giornata torna sulla retta via e divento solare. Specialmente oggi che dopo un via vai di persone, dopo tanti impegni e pochi libri letti fino ad ora (I'm 4 books behind schedule what a shame), vi pubblico qualcosina di carino che spero possa interessare tutti. Cioè vi deve interessare, bcs it's awesome.

Autore: A. G. Howard

Titolo: Splintered 

Serie: Splintered #1

Editore: Newton Compton - italian version

Trama: Alyssa Gardner ha il dono di poter sentire i sussurri dei fiori e dei bruchi. Peccato che per lo stesso dono sua madre è finita in un ospedale psichiatrico. Questa maledizione affligge la famiglia di Alyssa fin dai tempi della sua antenata Alice Liddell, colei che ha ispirato a Lewis Carroll il suo Alice nel Paese delle Meraviglie. Chissà, forse anche Alyssa è pazza, ma niente sembra ancora compromesso, almeno per ora. Quando la malattia mentale della madre peggiora improvvisamente, Alyssa scopre che quello che lei pensava fosse solo finzione è un’incredibile verità: il Paese delle Meraviglie esiste davvero, è molto più oscuro di come l’abbia dipinto Carroll e quasi tutti i personaggi sono in realtà perfidi e mostruosi. Per sopravvivere, Alyssa deve superare una serie di prove, tra cui asciugare il lago di lacrime di Alice, rimanere sveglia all’ora del tè soporifero, domare un feroce Serpente. Di chi potrà fidarsi? Di Jeb, il suo migliore amico, di cui è segretamente innamorata? Oppure dell’ambiguo e attraente Morpheus, la sua guida nel Paese delle Meraviglie?

4.5 out 5 cookies
cookie iconcookie iconcookie iconcookie iconcookie bite icon

Recensione

Di solito per quanto riguarda le recensioni degli urban fantasy inizio con la mia tipica frase: Lei è una ragazza normale [..] se non fosse per .... ma questa volta è diverso. Alyssa Victoria Gardner vive in Texas, frequenta il penultimo anno di liceo, adora andare sullo skateboard e i suoi pensieri sono perennemente disturbati dal sussurrio dei fiori, delle piante e degli insetti. Lei ha il potere di sentire le voci dei viventi inanimati, ed è uno degli effetti collaterali dell'essere la discendente di Alice Liddell, la famosa bambina di cui parla Mister Lewis Carroll in Alice in Wonderland

Tu capisci la logica che si nasconde dietro l'assurdo, Alyssa. Per tua natura sei incline a trovare la pace nel mezzo della follia ed è proprio questo che stiamo facendo ora: stiamo dando al nostro cibo la possibilità di combattere.

Alice è quadrisavola di Alyssa, e per colpa della sua avventura a Wonderland, ora tutte le donne della famiglia Liddell sono tormentate dalla follia e dal delirio della psiche. Tra queste anche la madre di Alyssa che, dopo un incidente nell'infanzia della figlia, è stata internata in un manicomio e da di matto in continuazione. Alyssa è ossessionata da questa storia ed ha divorato più e più volte il romanzo per bambini in cui si parla del Paese delle Meraviglie, ma non è mai riuscita a cogliere nessun indizio tra le righe.

Un giorno, però, tutto cambia. Mentre Alyssa è in visita da sua madre Alison, questa le suggerisce dove trovare delle nozioni guida per la tana del coniglio. Alyssa torna a casa e inizia a frugare ovunque, fin quando non riesce a trovare quello che cercava. Così Alyssa scende nella tana del coniglio e con lei anche la sua cotta di sempre, nonché suo amico, Jeb.

Jeb è stabile, forte e sincero; è il mio cavaliere dall'armatura scintillante. Morpheus è egoista, inaffidabile e misterioso.

Da qui inizia l'avventura di Alyssa e di Jeb, due ragazzi d'America che si sono trovati casualmente trasportati all'interno di uno specchio e all'interno del Paese delle Meraviglie.

Attraversa la pietra come una piuma. Supera la foresta con un passo, Tiene l'oceano sul palmo della mano. Cambia il futuro con la punta di un dito. Sconfigge un nemico invisibile. Passa sopra a un esercito coi piedi. Risveglia i morti. [...] Sfrutta il potere di un sorriso.

I due incontrano da subito il compagno d'infanzia di Alyssa, Morpheus, che li aiuterà a riparare agli errori che Alice compì ai suoi tempi e a tornare a casa. Ma la cosa più sconvolgente per Alyssa non sono i ricordi dei suoi sogni assieme a Morpheus, non è l'amore e l'incomprensione per Jeb, ma sono tutte le prove che dovrà affrontare in questo mondo magico e fantastico.

Morpheus è una contraddizione vivente: magia repressa sempre pronta a colpire, una guerra costante tra dolcezza e violenza, una lingua sferzante come una frusta eppure una pelle così morbida che sembra avvolto in una nuvola.

Non è tutto come sembra, non è tutto così facile, e Alyssa dovrà far ricorso alla sua parte più oscura e magica per uscire da questo rompicapo che Carroll aveva descritto in modo splendido e completamente differente.

In realtà questo romanzo è molto più di quello che vi ho detto. C'è tutta la costruzione del Paese delle Meraviglie, tutta la caratterizzazione dei personaggi e lo svolgimento della trama che mi hanno fatto adorare alla follia il libro in questione. Ogni capitolo era una nuova sfida che l'autrice ha saputo descrivere in modo semplice ed efficace, con una punta d'ironia e una punta di lato-oscuro. 

Wonderland l'ho trovato assolutamente magnifico e molto diverso. E' più oscuro, più enigmatico, magico, mistico ed affascinante. Così come Alyssa, Jeb e Morpheus: la prima l'ho trovata molto realistica, una perfetta Alice-dei-giorni-nostri; Jeb l'ho trovato troppo sweet&cute, così tanto da farmi sciogliere il cuore; e Morpheus è stata una rivelazione a tappe fino all'ultima pagina. 

L'unica pecca di questo romanzo, il mezzo biscottino che manca, è dovuto alla frettolosità dell'autrice che il più delle volte saltava dei pezzi o semplicemente li narrava in modo quasi urgente e sbrigativo.
Il libro è stato una scoperta meravigliosa che ho apprezzato fino alle ultime righe, caratterizzato da personaggi unici e salti tra mondi paralleli e non, oscurità e dolcezza assoluta. 


I smile, then give him a kiss he'll never forget, to replace all the ones he'll never remember.

Splintered :
#1 - Splintered (Il mio migliore amico, 2015)
#1.5 - The Moth in the Mirror (Inedito, negli US dal 2013)
#2 - Unhinged (Inedito, negli US dal 2013)
#3 - Ensnared (Inedito, negli US dal 2015)
#3.5 - Untamed (Inedito nel mondo, in uscita negli US nel 2016)

8 commenti:

  1. Ronnieee non sai quanto desidero leggere questo romanzo!! *__* adoro le ambientazioni e Alice nel paese delle Meraviglie... e la tua bella recensione mi ha confermato che si tratta di un libro che non devo farmi sfuggire!! spero proprio di leggerlo presto!! ^__^

    RispondiElimina
  2. Eccolo! Il mio splendido migliore amico!!! La tua recensione mi ha convinta ancor di più a saltare l'interminabile coda di libri (sicuramente puoi capirmi, cara Ronnie) e far passare davanti questo libro. eheh.
    Accipicchia!!

    Comunque mi hai mentito con il commento nel mio blog. Hai detto che il mio blog è più bello del tuo, ma io non sono assolutamente d'accordo! Un abbraccione

    RispondiElimina
  3. Ciao Veronica, complimenti per il post :)
    Io e Firefly ti abbiamo nominata per la Liebster Award 2015, sperando che ti faccia piacere.
    http://booksareinfinity.blogspot.it/2015/03/liebster-award-2015-premi.html

    RispondiElimina
  4. Siamo d'accordo praticamente su tutto, tranne sull'ultimo punto :P a me è sembrato che l'autrice in alcuni passi fosse troppo prolissa e a te il contrario LOL

    RispondiElimina
  5. Adesso lo voglio. XD
    Prima ero molto indecisa... ma dopo aver letto anche la tua recensione credo proprio sia il caso che io lo legga! u_u

    RispondiElimina
  6. Ronnie!!!!!! <3<3<3 ceh la tua recensione è semplicemente stupenda!!!! il libro come già sai lo voglio leggere, ma purtroppo non riesco ad andare oltre il secondo capitolo :( è colpa mia e spero di leggerlo subito dopo aver superato questo periodo un po' meh
    Un mega abbraccio, buone letture

    P.S. adoro il nome che hai dato a noi lettori *_* è troppo dolce :)

    RispondiElimina
  7. Ronnie sono contenta che questo primo volume ti sia piaciuto!Io ho amato nel complesso l'intera serie e tra le tante rivisitazioni di Alice in Wonderland è sicuramente quella che preferisco!Sono sicura adorerai anche Unhinged *__*

    RispondiElimina

Mi fa piacere leggere i vostri pensieri, let the freedom free!