marzo 01, 2015

February WRAP UP

WRAP UP - è semplicemente un'alternativa alle recensioni, nella quale vi faccio un recap dei libri che ho letto, dicendovi anche sul fattore che mi ha spinto a comprarli, sul perché mi sono piaciuti o meno e darò un voto. Le recensioni poi saranno scritte quando avrò tempo, perché questa rubrica è proprio per gli incasinati come me che non trovano tempo!
Good afternoon everyoneeeee, sapete che mentre voi leggete questo io sono in giro per Barcellona, magari in qualche libreria o a Starbucks ..comunque indipendentemente da quello che sto facendo io in questo preciso momento -che non lo so nemmeno io, perché non è ancora accaduto-, voglio parlarvi di libri ..soooo let's talk about books, books I read this month. Nonostante il mio proposito di libri da leggere che non ho del tutto rispettato, sono piuttosto soddisfatta di quello che sono riuscita a leggere. Dopo aver postato la lista di cinque libri da leggere in febbraio, mi sono subito resa conto che avevo davvero esagerato. Come vi ho detto in quel post, sono una che legge per sensazioni del tipo "oggi voglio leggere questo, e domani questo, poi quello, senza fine". Ho lasciato il post così, senza modificare nulla e ho cercato di prendere in mano i romanzi che mi sentivo davvero di leggere, infatti due di essi li sto leggendo e un altro l'ho anche letto, quindi penso che sia stato un bel mese.

Dal mese scorso, da quando ho pubblicato il primo appuntamento di questa rubrica, mi ha subito rapita. Sapete che non ho molto tempo a disposizione, quasi mai, e quando ho qualche oretta libera di troppo mi dedico sempre a voi, ma ho preferito adottare qualcosa del genere, che scannarmi con voi per le recensioni che devo postare. Sono molto più libera: scrivo le recensioni che mi sento di scrivere, chi mi vuole chiedere qualcosa può farlo sui social e tramite email o in qualsiasi altro modo ..però con questa rubrica non perdete mai d'occhio ciò che leggo e capite anche un po' che ne penso.

Ladri di Sogni di Maggie Stiefvater 
La magica linea di prateria è stata risvegliata e la sua energia affiora. I ragazzi corvo, un gruppo di studenti della scintillante Aglionby Academy, sono sulle tracce del mitico re gallese Glendower, che dovrebbe essere nascosto nelle colline intorno alla scuola. Con loro c’è Blue, che vive in una famiglia di veggenti tutta al femminile. A lei è stato predetto più volte che quando bacerà il ragazzo di cui sarà davvero innamorata, questi morirà. Sulle prime sembra che il suo cuore batta per Adam, ma forse è Gansey quello che ama davvero… Intanto Ronan s’inoltra nei suoi sogni, da cui può uscire di tutto. Del resto è uno che ama sfidare il pericolo. Mentre il tormentato Adam, con un passato pesante alle spalle, s’inoltra sempre più in se stesso, cercando una sua strada nella vita. Nel frattempo c’è un individuo sinistro che è anche lui sulle tracce di Glendower. Un uomo pronto a tutto.

Sapete benissimo quanto mi è piaciuto questo romanzo e quanto io ami quest'autrice. Ho letto quasi tutte le sue pubblicazioni e le mie aspettative non sono mai state delude, perché la Stiefvater è un genio. La sua immaginazione regna in ogni suo romanzo, i suoi personaggi sono caraterizzati ed unici che io mi meraviglio ogni volta e m'innamoro ogni volta. In questo romanzo si parla di sogni e di realtà che si fondono tra loro così tanto da non riuscire a distinguerle più. Si parla di magia, di cartomanzia -cose per quali sono sempre stata interessata ed affascinata-, si parla di bontà e cattiveria, si parla specialmente di particolarità umane, e di ingiustizie e di illusioni.
5 out 5 cookies
cookie iconcookie iconcookie iconcookie iconcookie icon

- -
Crossed di Ally Condie
16086327
La Società sceglie tutto per te. I libri che leggi. La musica che ascolti. La persona che ami. Ma per Cassia Reyes le regole del gioco sono cambiate. Solo poco tempo prima la Società aveva scelto come suo promesso sposo Xander, il suo migliore amico: doveva essere il suo compagno perfetto, ma una macchina non può comandare il cuore. Il ragazzo che ama non è lui ma è Ky, una Aberrazione, un individuo che la Società considera pericoloso e indegno di essere promesso a qualcuno. Un errore che proietta Cassia in una nuova dimensione di verità e conoscenza dove può vedere con chiarezza le mancanze e i difetti del Sistema.
Scoprendo dentro di sé una forza che non sapeva di possedere, Cassia si allontana alla ricerca di Ky, che è stato rapito e portato al confino. In quelle terre estreme Cassia potrà capire che non tutto è perduto e che dentro questo mondo apparentemente immobile e perfetto c'è un seme di cambiamento e di libertà. Una ribellione sta montando, e Cassia è finalmente libera, libera di scegliere.

Chi mi segue dall'inizio o anche chi ha letto la mia recensione del primo romanzo della trilogia, sa bene che a me ques'ultima non piace proprio. Non mi piace il mondo distopico che ha creato l'autrice perché mi sa di visto e già stra-visto, non mi piace la storia sviluppata attorno a questo mondo e i protagonisti che sono costretti a vivere e raccontarci la loro, di  avventura. Questo romanzo parla di avventura, di ritrovo e di rinuncia: mi è piaciuto e non mi è piaciuto, devo ancora pensare un po'.
3 out 5 cookies
cookie iconcookie iconcookie icon
- -
Scrivimi Ancora di Cecilia Ahern
Rosie e Alex si conoscono sui banchi di una scuola di Dublino e iniziano a scriversi messaggi su biglietti di carta. A poco a poco diventano inseparabili fino a quando quelle lettere tradiscono un sentimento nuovo,che li confonde e li appassiona. Un amore impossibile da esprimere, con tutte le contraddizioni tipiche di quell'età. Ma quando i due prendono coscienza di ciò che li lega veramente, Alex deve abbandonare Rosie e trasferirsi con la sua famiglia negli Stati Uniti.Straordinario collage di lettere, e-mail, bigliettini, sms e cartoline, Scrivimi ancora è un romanzo delicato e indimenticabile che a ogni pagina commuove e fa sorridere al tempo stesso. Una storia sugli scherzi del destino e sulla forza del vero amore. 

La Ahern mi è sempre piaciuta, ma non del tipo "la mia utrice preferita", ma del tipo mi piace leggere le sus torie e innamorarmi di esse; del tipo che mi piace leggere un libro carino goni tanto, mi piace lasciar perdere i miei ideali e godermi una lettura semplice. La storia di Alex e Rosie è facilmente intuibile, è scontata, ma non è una di quelle storie che annoia perché libro troppo lungo, perché gruppo di lettura o cose del genere. Mi sono sentita di leggere questo romanzo e l'ho fatto e non me ne sono trovata pentita. Ho adorato più di tutti il carattere di Rosie, determinata e invincibile, nonostante le avversità; mi è piaciuto un sacco anche Alex, intelligente e carismatico, con una dolcezza e un coraggio incredibile. La loro storia è dolce al punto giusto e, se vedete il film, adorerete ancora di più sia lei che lui (o almeno io sì, perché adoro Sam Claffin e Lily Collins!), e le ambientazioni inglesi/americane!
4 out 5 cookies
cookie iconcookie iconcookie iconcookie icon
- -
Alice in Wonderland di Lewis Carroll
23598428
Alice è una bambina curiosa e vivace, ed è difficile per lei fare attenzione mentre sua sorella maggiore, Anna, le legge un libro di storia nel giardino. La lezione è noiosissima e, piano piano, la bimba sente le palpebre diventare sempre più pesanti. Si ritrova allora in un mondo incantato dove può accadere di tutto: è il Paese delle Meraviglie! Inseguendo un buffo coniglio bianco che continua a scomparire, Alice inizia un magico viaggio pieno di avventure. Incontra oggetti che ridono e parlano, conosce uno Stregatto e partecipa a una divertentissima festa di non-compleanno... Possibile che sia tutto solo un sogno?

Avevo già letto questo classico quand'ero piccola, come la maggior parte di voi credo, e mi è sempre piaciuta la storia. Mi è da subito piaciuta l'immaginazione dell'autore e mi sono sempre personificata nella nostra stramba e carina protagonista. E' stato proprio questo libro che mi ha fatto avvicinare al genere che adesso amo e che non smetterò mai di leggere. L'autore ci ha raccontato questa storia con tutta tranquillità, senza troppi giri di parole; uno stile semplice, ma che ammalia.
5 out 5 cookies
cookie iconcookie iconcookie iconcookie iconcookie icon

- -
Legend di Marie Lu
18750018
Los Angeles, Stati Uniti. Il Nord America è spaccato in due parti, la Repubblica e le Colonie, e la guerra sembra destinata a non finire mai. A quindici anni, June è già una promessa della Repubblica. Nata in una famiglia ricca e prestigiosa, oltre a una bella casa, un mucchio di soldi e la possibilità di frequentare le scuole migliori, possiede anche un vero talento nel cacciarsi nei guai e senza l’intervento di Metias, il fratello maggiore, probabilmente qualcuna delle sue bravate all’accademia militare sarebbe già finita male. Dalla morte dei genitori, Metias è l’unico su cui può contare, almeno fino al giorno in cui viene ucciso in circostanze misteriose. Il primo sospettato è Day, un ragazzo della stessa età di June, ma nato e cresciuto nei bassifondi della Repubblica. Ed è anche il criminale più ricercato del paese. Da quel giorno, June ha un unico desiderio: vendicare Metias. Ma per lei e Day il destino ha altri piani.

A causa dell'imminente uscita dell'ultimo romanzo di questa trilogia, mi ero ripromessa di leggere questo libro che ha una valutazione positiva in tutto il mondo, e che pare sia uno dei migliori distopici in circolazione. Premettendo che dopo la serie della Roth non avevo voglia di leggere altri libri di questo genere, il romanzo in questione ha fatto eccezione. Purtroppo se c'è un romanzo che con successo si insidia nelle case editrici e nelle case di milioni di lettori, tanti altri autori cercano di seguire quel fenomeno, cercando di riprodurre qualcosa del genere ..com'è successo dopo la quadrologia della Meyer ..come NON è successo con questo romanzo! All'inizio non sapevo cosa pensare di questo romanzo, ma piano piano si è fatto strada nel mio cuore. Day e June hanno fatto strada nel mio cuore ..specialmente June, questa volta. Mi sa tanto di bad ass e io sono contentissima!
4 out 5 cookies
cookie iconcookie iconcookie iconcookie icon

- -
Anna and the French Kiss di Stephanie Perkins
23525495
Non c’è nulla che Anna aspetti più dell’ultimo anno al liceo. E’ sicura che ogni singolo momento insieme alla sua migliore amica e al ragazzo per cui ha una cotta colossale sarà indimenticabile. Ma le cose non vanno affatto come sperato perché i genitori di Anna decidono di spedirla per un anno intero in collegio a Parigi. Anna è disperata … almeno fino al giorno in cui incontra Etienne St.Clair. Divertente, sensibile, affascinante, St. Clair sembra proprio il ragazzo perfetto. C’è solo un piccolo problema: lui è fidanzato. Ma- si sa – Parigi è la città più romantica del mondo, e tra una passeggiata sulle rive della Senna e un appuntamento al chiaro di luna, tutto può succedere ….

My Review Here
Non. Potete. Capire. Quanto. Ami. Questo. Romanzo! Va bene ha un sacco di cliche, la storia non è originale, i personaggi non sono un granché ..ma è proprio questo che io amo di questo romanzo: la genuinità e il fatto che l'autrice abbia deciso appositamente in questo romanzo, come negli altri due della trilogia, di scrivere una storia e farla finire nel modo in cui tutti i lettori, con il cuore pulsa davanti alle pagine, avrebbero voluto che finisse. Mi sono innamorata pagina dopo pagina di Etienne St. Clair e dei suoi capelli e dei suoi occhi e del suo riguardo verso Anna; ho fatto squadra durante tutta la narrazione con Anna, arrabbiandomi con Bridgette, odiando Toph e innamorandomi di St. Clair!

BEST BOOK OF FEBRUARY 2015: 
5 out 5 cookies
cookie iconcookie iconcookie iconcookie iconcookie icon

- -
La linea sottile di Denise Aronica
22455623
Quando Beth torna dal college per l’estate nella piccola cittadina di Queen’s Creek, in Arizona, non sa che la sua vita sta cambiare. Senza rendersi conto di come o perché, si ritrova a passare attraverso uno specchio e finisce in un mondo apparentemente simile al suo, ma non del tutto identico. Nella realtà al di là dello specchio, infatti, la madre di Beth, morta suicida anni prima, è viva e vegeta e le appare davanti canticchiando mentre si appresta a fare il bucato. Anche suo fratello maggiore, Joe, scomparso da mesi, si aggira per casa in tutta tranquillità e la sua sorellina più piccola, Amy, da tempo ricoverata in una clinica psichiatrica, sembra stare alla grande. Beth scopre che qualsiasi specchio diventa una porta, sotto le dita di chi, come lei, possiede il Dono. E che attraverso quella porta si può avere accesso a infinite possibilità. Infiniti mondi alternativi. Assieme al suo amico immaginario, Peter, e alla sua migliore amica, Charlie, Beth scoprirà la verità sulla sua famiglia e verrà coinvolta in un qualcosa che si rivelerà essere più grande di lei. Qualcosa che potrebbe mandare in frantumi la sua vita. Riuscirà a vegliare su coloro che ama e, allo stesso tempo, a fare la cosa giusta prima che sia troppo tardi?


Pochissime volte mi sono ritrovata a leggere dei romanzi d'esordio auto pubblicati o roba del genere, quindi sono sempre rimasta colpita e le mie aspettative, di libro in libro, crescevano sempre un tantino di più. Arrivata a questo romanzo le mie aspettative equivalevano a quattro stelle di GR, anche perché conosco l'autrice e conosco il "modo in cui scrive" sul suo blog: uno stile semplice e delicato, anche quando organizza delle iniziative, ha sempre un modo particolare per dirlo. E grazie a tutto ciò mi sono goduta il romanzo di Denise e le faccio i miei più sentiti complimenti perché non ha deluso le mie aspettative ed è stata davvero abile a descrivere la storia della nostra Beth!
4 out 5 cookies
cookie iconcookie iconcookie iconcookie icon

- -
Grimm's Fairy Tailes dei fratelli Grimm
23598415
Jacob e Wilhelm Grimm nacquero ad Hanau rispettivamente il 4 gennaio 1785 e il 24 febbraio 1786. I Grimm accompagnano con le loro fiabe la crescita dei bambini e i bambini li amano. 
Le loro fiabe furono pubblicate in prima edizione nel 1812-15 con il titolo Kinder-und Hausmärchen. Quindi fiabe per bambini ma anche per la casa come definite dagli stessi autori nella prefazione della prima edizione. 
Il pensiero romantico attribuiva alla casa come ai fanciulli purezza e innocenza. Si pensi che il I volume delle fiabe risalente al 1812 fu regalato e dedicato da uno degli autori ad un bambino ancora in fasce: Joannes Freimund.Le fiabe dei Grimm sono fiabe popolari di origine letteraria. La prima edizione tradotta in Italia risale solo al 1908. 

Innanzitutto queste edizioni sono davvero favolose, ma non riesco mai a trovarle in giro e devo per forza ordinarle su internet e a volte mi scoccia. Comunque parlando delle favole, posso dire che mi aspettavo di più? Posso dire che mi sarei aspettata molto, ma molto, molto, molto, molto di più? Da piccola sono sempre stata ammaliata da queste favole e dalla voce di mia madre che me le leggeva, ma leggendole da sola ho perso tutta la magia dell'infanzia. 
3.5 out 5 cookies
cookie iconcookie iconcookie iconcookie bite icon

- -
Tutto ciò che sappiamo dell'amore di Colleen Hoover
Dopo la morte del papà, Lake, 18 anni, si trasferisce in Michigan, rassegnata ad affrontare un nuovo, faticoso inizio. La risalita però appare d'improvviso dolce, perché nella casa accanto alla sua abita l'affascinante Will, anche lui costretto dalla vita a crescere in fretta. L'intesa è immediata, ma al primo giorno nella nuova scuola, Lake scopre che il loro è un amore impossibile: Will è uno dei suoi professori. Quanto costa amare qualcuno? Per Will troppo: se si scoprisse che frequenta una studentessa, perderebbe l'affidamento del fratellino. Eppure dimenticarsi è difficile, e più stanno lontano, più Lake e Will si innamorano, fino a scambiarsi confessioni dal palco di un locale, nascondendole in poesie tra le cui righe solo loro sanno leggere. Grazie a quei versi capiranno che non bisogna lasciarsi intimidire dal futuro, perché tutto ciò che sappiamo dell'amore è che l'amore è tutto (come dice in modo magistrale Emily Dickinson e tutti noi abbiamo pensato almeno una volta nella vita).

Sapete che questo genere non mi fa impazzire, ma sapete anche che la mia curiosità sa anche arrivare alle stelle quando vuole. Ero davvero curiosa di leggere un romanzo della Hoover perché tutti ne parlano bene e, cercando tra la mia libreria, ho trovato questo qui per primo e l'ho messo subito sul mio comodino. I NA non sono il mio genere, ma le storie d'amore sì, eccome se sono il mio genere! Questa è una storia d'amore e non poteva non piacermi!

4 out 5 cookies
cookie iconcookie iconcookie iconcookie icon

- - - - -
Questo mese ho letto più del solito e fortunatamente tutto ciò che ho letto mi è piaciuto abbastanza, non sono scesa sotto i tre cookies e questo è una soddisfazione per me, come per tutti i lettori. Leggere bene è più importante di leggere e basta, e questo mese per me è stato una rivelazione: ho letto bene, ho letto tanto ed ho variato tra i generi, tra distopico, fantasy, contemporary, romance e new adult. Spero che anche per voi sia la stessa cosa, spero abbiate letto bene anche voi e spero che se non avete letto qualcuno di questi vi abbia convinto a prenderli, e spero che se ne avete letto qualcuno concordiate con me sul giudizio! Ditemi cosa ne pensate, non sto nella pelle.
Love,

13 commenti:

  1. Sono molto d'accordo sia su 'Ladri di sogni' (adoro lo stile della Stiefvater) che su 'Anna and the French Kiss'. 'Crossed' invece mi aveva annoiato non poco... e per altro trovo lo stile dell'autrice un po' "pretenzioso" (passami il termine) con le sue pretese di essere poetico... il che pare un controsenso visto che adoro invece la Stiefvater :| Per quanto riguarda 'Legend' e 'Tutto ciò che sappiamo dell'amore', li ho cominciati entrambi ma mollati a metà a causa della scadenza del prestito in biblioteca... Prossimamente conto di riprenderli e terminare la lettura.
    Ad ogni modo, ti auguro che anche marzo sia altrettanto proficuo!! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Condie vuole essere poetica, la Stiefvater è poetica! Devi leggere Tutto ciò che sappiamo dell'amore, ho adorato lo stile della Hoover, davvero troppo scorrevole; Legend non puoi fartelo scappare!:)

      Elimina
    2. Sì la penso anche io così ^^ Adesso devo solo resistere e non strapparmi i capelli nell'attesa di 'Blue Lily, Lily Blue' XD
      Cmq ho già prenotato gli altri due libri, devo solo aspettare che il corriere della biblioteca me li porti ^^

      Elimina
  2. Quante letture *__* Stupendo Anna and the french kiss, la Perkins è un'autrice fantastica e non si può fare a meno di amare ogni cosa che scrive!Mi dispiace che Crossed non ti abbia convinto, io ho amato l'intera serie *__* D'accordissimo sugli altri titoli, tutte letture bellissime *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stephanie Perkins mi ha conquistata in pieno, al primo libro, con un plot carinissimo e dei personaggi il triplo più carini! Ho amato Anna Oliphant, ma specialmente Ètienne St. Clair -you know what I mean! <3

      Elimina
  3. Cavoli hai letto un sacco questo mese *-* brava!
    Son contenta che ti sia piaciuto Tutto ciò che sappiamo dell'amore, io l'ho adorato *-* evviva la Hoover!
    Uh la Perkins best book, devo assolutamente recuperarlo :D o meglio, devo solo infilarlo sul kindle XD
    Sono felicissima di leggere che ti è piaciuto anche il mio, è una bella soddisfazione <3
    Comunque sono stupenderrime queste edizioni dei classici che hai linkato *__* si voglio tutti :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devo recuperare assolutamente tutto quello che hanno pubblicato la Hoover -e c'è tanta roba- e la Perkins, perché la prima mi ha saputo coinvolgere, la seconda ha fatto centro!

      Elimina
  4. Dei libri che hai citato ho letto solo Legend e Scrivimi ancora, amati entrambi alla follia, però devo dire che mi incuriosiscono anche gli altri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DEVI leggere anche gli altri soprattutto quelli della Stiefvater please! Amo alla follia quest'autrice :)

      Elimina
  5. Quante belle letture! Complimenti! :D "ladri di sogni" devo sempre leggerlo, il primo mi è piaciuto moltissimo e mi piace molto lo stile di questa autrice (ho amato la corsa delle onde! Un libro meraviglioso!). Sulla Condie la penso come te. Lessi il primo della serie anni fa, quando avevo appena iniziato ad avvicinarmi ai distopici e lo trovai carino ma niente di più. Ho Crossed da anni ma non ho mai sentito l'impulso a continuare la serie..mi sa che ho fatto bene allora XD "Alice in Wonderland" dovrei proprio leggerlo, conosco la storia e ho visto film e cartoni vari ma il libro originale non l'ho mai letto. Quello della Perkins l'ho finito pochi giorni fa ed è piaciuto molto anche a me! Che carino Etienne! ♡ Concordo in pieno anche su Legend ( non vedo l'ora di avere fra le mani Champion) e il libro di Deni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AMO LA STIEFVATER, NON SMETTERÒ MAI DI DIRLO ..tu devi leggere assolutamente Ladri di sogni e al più presto anche!
      Il libro della Condie ..:/ meglio non parlarne, non mi era piaciuto il primo, non mi è piaciuto questo, ma la mia curiosità è troppo forte e leggerò anche il terzo ahah!
      NON PUOI NON AVER LETTO ALICE IN WONDERLAND TI PREGO! SUBITO! LEGGILO!

      Ètienne St. Clair sei il mio amore<3

      Elimina
  6. Abbiamo letto "Scrivimi Ancora" lo stesso mese. :D :D :D oh, wow, okay, hai ragione: siamo telepatiche.
    Comunque hai letto tantissimo e tutti libri fighi!
    OH-MIO-DIO, quelle edizioni di Alice e dei Grimm (e tutte le altre) sono asdfghjkl *invidia*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è vero ho letto un sacco and I'm proud of myself yay! Le edizioni che vi ho linkato devi andarle a vedere, quella di Carroll è bellissima e tutte le altre ancora di più :)
      hai visto? telepatiche! l'ho detto io, sister V <3

      Elimina

Mi fa piacere leggere i vostri pensieri, let the freedom free!