agosto 30, 2013

RANDOM 2: Casa dolce casa-novità che vi siete persi-keep calm and love JCB

♥ ♥ ♥

Buon pomeriggio lettori carissimi, so che sicuramente mi avete data per dispersa, morta o non so cosa, ma purtroppo non ho potuto avvisarvi dell'imminente partenza di dieci giorni fa. Sapete benissimo che stavo frequentando un corso elevato di pianoforte per perfezionarmi ancora di più e proprio questo corso mi ha portata a fare uno stage e sono dovuta partire su due piedi. 
Sinceramente non sono una persona che adora questo tipo di cose, sono molto più tranquilla di ciò che posso sembrare, e quella partenza mi ha messo in ansia e giuro che fino a due giorni fa scoppiavo; avevo voglia di scrivervi e mi mancavate un sacco, più che altro perché siete rimasti parecchio indietro. Ci sono così tante news per voi che non so nemmeno se riuscirò mai a dirvele tutte, perché qualcuna dovrò pur dimenticarmela. Non ho una buona memoria, zero. Questa è anche la mia scusa quando papà mi ordina di fare qualcosa. AHAH

In questo periodo ho visto City of Bones che è la prima cosa che ho voluto dirvi anche se l'ho fatta tipo una settimana fa. Sono pazza di quegli attori e di quel film e della scrittrice che ha dato il via a queste danze meravigliose di cui siamo tutti un po' partecipi.
E' un film non troppo attinente al libro nelle scene in se e per se, ma i dialoghi erano identici, gli attori erano la copia esatta dei protagonisti e gli effetti speciali erano strabilianti. Sono stata a bocca aperta durante tutto il film a causa del figaccione Jamie Campbell Bower che, a differenza di ciò che il mondo diceva, è Jace Wayland. E' davvero lui in tutto e per tutto, è incredibile quanto si somiglino e quanto Jamie si sia immedesimato. E' stato l'attore che più mi è piaciuto, lo ammetto. 



Qui ho iniziato a gridare come una pazza e considerato che il film era iniziato da pochissimo è stato un trauma per tutti gli altri che mi erano accanto. Bugia, è una bugia tutti gridavano con me. La sala era pienissima e mi sono sentita come a Harry Potter e i Doni della Morte pt.2 senza nessun babbano o mondano intorno. 

In questo periodo ho anche iniziato Il Trono di Ghiaccio della Maas che mi sorprende sempre di più. Si sta rivelando un buonissimo libro che non posso fare a meno di consigliare a chiunque. E' davvero molto meglio di quello che mi sarei aspettata di leggere ed è sempre una bella cosa quando si è soddisfatti e stupiti positivamente. Non vedo l'ora di finirlo per vedere cosa accade!

In questo periodo mi sono legata molto di più a Tumblr e sto cercando le migliori cover fan art da mostrarvi in una nuova rubrica. Sono delle copertine mille volte più belle di quelle originali o comunque sempre davvero carine. Non sto nella pelle per mostrarvelo! 

Insomma potete capire benissimo che sto cazzeggiando tantissimo e che ho difficoltà a concentrarmi, infatti in questo post mi sono persa tipo cinque volte. BTW ho voluto un random per dirvi che sono tornata e che cosa ho fatto, ma per annunciarvi anche che devo rimettermi in pari con ciò che mi sono persa e magari ci vorrà qualche giorno. Però non disperate perché io sono ancora qui.
Io sono sempre qui e spero che vi sia mancata anch'io e che siate felici di riavermi tra voi. 

I love you always guys, x

agosto 20, 2013

PAPERTOWNS #4


è una rubrica adottata dal blog di Denise, Reading is Believing. In questa bookish meme vi aggiornerò 
sui miei acquisti/scambi/regali di amici, di parenti, da parte di me stessa o da 
case editrici ed autori, solo ed esclusivamente cartacei (da qui città di carta).

Buonasera lettori, probabilmente starete pensando che sono morta o tipo sparita o che il mostro di Lockness mi ha presa e fatta morire soffocata, ma non è così. Avevo solo bisogno di una piccola pausa e sono stata in Scozia più del dovuto. BTW adesso sono qui e finalmente dopo un tempo che mi è sembrato un'eternità ho fatto acquisti, non sono molti ma per me sono quelli giusti; libri che desideravo da tempo oppure libri che avevo bisogno di avere.

N.B. 
le cover che vi presento in alto sono quelle dei libri che posseggo io, quelle che vi presento in basso sono quelle in commercio/conosciute/italiane nel caso di libri inglesi. fine ps. 


REGALI


PROCURATI




Autore: Shannon Messenger

Titolo: Let the Sky Fall

Editore: Simon Pulse | INEDITO

Trama: Il diciassettenne Vane Weston non ha idea di come sia sopravvissuto al tornado forza 5 che ha ucciso i suoi genitori. E non ha idea se la bellissima ragazza con i capelli scuri che attraversa i suoi sogni ogni notte dal giorno della tempesta sia vera.
La diciassettenne Audra è una silfide, elemento dell'aria. Cammina nel vento, può tradurre le sue affascinanti canzoni, può anche plasmarlo come un'arma con un semplice comando.
Lei è anche un guardiano - il guardiano di Vane - e ha giurato di proteggere Vane a tutti i costi. Anche se significa sacrificare la sua stessa vita.
Quando un frettoloso sbaglio rivela la loro locazione al nemico che ha assassinato entrambe le loro famiglie, Audra è costretta ad aiutare Vane a ricordare chi è. Lui ha il potere chi richiamare - il segreto linguaggio del Vento dell'Ovest, che solo lui può capire. Ma sbloccare il suo retaggio sbloccherà anche i ricordi che Audra vuole che dimentichi. E il loro più grande pericolo non sono i guerrieri che stanno arrivando per distruggerli - ma l'amore proibito che sta crescendo tra i due.

- - - - - - - - - - - - - - - 

Autore: Claire Merle

Titolo: The Glimpse

Editore: Faber & Faber | INEDITO

TramaIn un futuro non molto distante la società è divisa tra persone geneticamente predisposte a malattie mentale e persone sane. La diciassettenne Ana ha avuto la vita privilegiata dei Puri a causa di un errore nel suo test del DNA. Quando le autorità lo scoprono potrebbe essere bandita dalla comunità, ma il fatto di essere legata al Puro Jasper Taurell la salva. 
Jasper appartiene a una ricca e influente famiglia e vuole stare con Ana e le autorità le concedono di rimanere nella comunità fino al verificarsi della sua malattia se si unisce a Jasper prima dei suoi 18 anni, ma se Jasper cambiasse idea se ne dovrebbe andare. Ana spera di avere una vita normale, ma poi Jasper sparisce. Credendo che Jasper sia nelle mani di una strana setta segreta, Ana scappa per andare a cercarlo e si trova in una società sotterranea. Nel frattempo scopre nuove verità che le faranno mettere tutto in discussione. 

- - - - - - - - - - - - - - - 

Autore: Cassandra Clare

Titolo: Shadowhunters. Le origini - L'angelo

Editore: Mondadori

TramaTessa Gray, orfana sedicenne, lascia New York dopo la morte della zia con cui viveva e raggiunge il fratello ventenne Nate, a Londra. Unico ricordo della vita precedente, una catenina con un piccolo angelo dotato di meccanismo a molla, appartenuto alla madre. Quando il fratello maggiore scompare all'improvviso, le ricerche portano la ragazza nel pericoloso mondo sovrannaturale della Londra vittoriana. Sarà rapita, ingannata, sfruttata per la sua straordinaria capacità di trasformarsi e assumere l'aspetto di altre persone. La salveranno due Shadowhunters, Will e Jem, destinati a combattere i demoni, nonché a mantenere l'equilibrio tra i Nascosti e fra questi e gli umani. Tessa sarà costretta a fidarsi. Si unirà a loro nella lotta contro i demoni per poter imparare a controllare i propri poteri e riuscire finalmente a trovare Nate. Ma tutto ciò la porterà al cuore di un arcano complotto che minaccia di distruggere gli Shadowhunters, e le farà scoprire che l'amore può essere la magia più pericolosa di tutte.

- - - - - - - - - - - - - - - 

Autore: Cassandra Clare

Titolo: Shadowhunters. Le origini - Il Principe

Editore: Mondadori

TramaIn una Londra vittoriana fosca e inquietante, e nel suo magico mondo nascosto, Tessa Gray crede di avere finalmente trovato tranquillità e sicurezza con gli Shadowhunters, i cacciatori di demoni, che proteggono lei e il suo terribile potere dalle mire del perfido Mortmain. Ma con lui e il suo esercito di automi ancora in azione, il Consiglio vuole spodestare Charlotte Fairchild, per affidare il comando a Benedict Lightwood, uomo senza scrupoli e affamato di potere. Nella speranza di salvare Charlotte, Will, Jem e Tessa decidono di svelare i segreti del passato di Mortmain e scoprono sconvolgenti legami fra gli Shadowhunters e la chiave del mistero dell'identità di Tessa. La ragazza, intrappolata nei sentimenti che prova per Will e Jem, si trova a dover compiere una scelta cruciale quando scopre in che modo gli Shadowhunters abbiano contribuito a fare di lei "un mostro". Sconvolta, Tessa è tentata di schierarsi con il fratello Nate dalla parte di Mortmain. Ma a chi è davvero fedele? E chi ama, nel profondo del suo cuore? Soltanto lei può scegliere se salvare gli Shadowhunters di Londra oppure distruggerli per sempre.



Dopo aver ricevuto questi pacchi oggi mi sono sentita tipo la persona più felice di Londra, dell'Inghilterra, dell'Europa, del Mondo, dell'Universo. Sono arrivati tutti insieme e non smettevo di fangirlare per nemmeno un secondo! Ho condiviso subito la notizia con voi sul blog, perché mi sembrava tipo il minimo da fare.
I primi due mi sono stati regalati da mia cugina Annabella; siamo andate in libreria assieme e ci siamo divise dentro, ma all'uscita aveva due libri pronti per me. Ha detto che aveva rovistato nella mia wishlist mentre dormivo ed ha pensato di farmi un bel regalino, ma non sa nemmeno quanto mi ha eccitato questa cosa!
Gli ultimi due li ho presi da Amazon e sono proprio in italiano, non è un'illusione ottica. Sapete che ce li ho tutti e due assieme a CPss in inglese nel boxset, ma avevo bisogno di averli anche in italiano. Ho tutta la serie nelle due lingue, anche la TMI ed è bellissima sulla libreria. Mi esalto ogni volta che la vedo!

OK avete capito che sono un'esaltata incredibile e che probabilmente tra un po' andrò a fare la barbona nelle metropolitane con una piccola pianola e tanta speranza, ma non potevo farne a meno. Solo noi lettori sappiamo quanto i nostri libri ci rendano felici. 

BTW io vi ho comunicato le mie entrate, ma adesso tocca a voi dirmi se vi piacciono nel senso se li volete leggere, le li avete letti e amati o letti e snobbati, e dovete anche dirmi cos'avete preso voi e cosa vi è stato regalato. Insomma ditemi tutto, so che vi sto contagiando con la mia parlantina c'mon :)

agosto 17, 2013

TOP TEN FRIDAY 4: Paranormal and Magical Creatures I've Always Loved

è una rubrica che prende spunto allegramente da top ten tuesday di The Broke and The Bookish. Vuole
semplicemente sparlare di un argomento letterario e crearne una lista di dieci. Tutto 
ciò ogni Venerdì con un argomento diverso.

Hello ragazzuoli, non smetto mai di pensare a questa rubrica e alle possibili liste che potrei proporvi, ma giusto ieri pensavo che sarebbe bello se mi mandaste per email, sotto nei commenti, su facebook, su twitter, su qualsiasi-le faccio tutte con calma, ma vi prego mandatemele, vi faccio un'espressione tenerella. Non vi faccio dolcezza? Sono sicura che non siete dei cuori di ghiaccio e che, dopo questa faccina, me ne manderete a miliardi di messaggi.

Oggi come la scorsa settimana non sono riuscita a postare questa rubrica nel giorno in cui avrei dovuto aka ieri, ma mi scoccia perdermela perché è quella che mi piace di più. Così ho stilato una lista delle mie creature paranormali che ho sempre amato e so che molte di queste creature sono anche nella vostra lista, ci giurerei.

Paranormal & Magical Creatures I've Always Loved

Maghi

I maghi e le streghe sono quelle persone che praticano le arti magiche cioè incantesimi, pozioni e maledizioni, ma possono anche volare su di una scopa. Vivono in un mondo diverso dal nostro, pieno di magia e dove questa non è proibita e non passa per una leggenda. 
Io ho sempre desiderato essere una maga fin dai tempi di Harry Potter, l'inglese maghetto che è sopravvissuto, e mi sono sempre immedesimata in Luna Lovegood desiderando essere come lei.

Nephilim

I Nephilim o Shadowhunters sono per metà uomini e per metà angeli e sono i cacciatori di demoni, di creature malvagie che mettono in pericolo l'incolumità degli umani. Hanno dei poteri straordinari, posseggono delle rune indicative e delle lame mortali.
Uno di loro è Will Herondale o Jace Lightwood e, oltre ad essere terribilmente sexy, sono veramente paranormali e mi stupisco sempre di ciò che riescono a fare e ogni volta vorrei essere come loro e sconfiggere il male al loro fianco con la tutina nera.

Licantropi

I lupi sono gli animali feroci che tutti conosciamo, che vivono nelle foreste e che ci sbranerebbero in un colpo solo, ma i licantropi sono degli uomini che sono stati morsi da dei lupi e che assumono le loro sembianze non si sa di preciso quando, perché in ogni libro è narrato in modo diverso.
I lupi di Twilight e i lupi di Mercy Falls sono i lupi più consapevoli della loro umanità e più belli in assoluto. Sono dolci e bellissimi, perché in realtà i lupi sono belli, e non smetterei mai di fotografarli.

Semi dei

I semi dei sono i figli e le figlie di alcuni dei dell'Olimpo di cui conosciamo bene in storia. Hanno sembianze
umane ma i loro poteri sono gli stessi dei loro genitori, hanno abilità simili e hanno tutto sotto controllo. Percy Jackson è il figlio di Poseidone e riesce a controllare l'acqua e riesce a stare in acqua per un tempo infinito. Anch'io vorrei avere il controllo di qualcosa e se fossi una semi dea sarei sicuro la dea della guerra!

Alieni

Gli alieni sono persone/creature venute da un altro mondo sul nostro e sono completamente diversi da noi. Ho letto due volte di alieni e la prima volta, le Anime di Stephenie Meyer, erano davvero ben articolati e la seconda, i Lux di Jennifer Armentrout, erano sexy e provocanti.
Non so se vorrei realmente essere un alieno perché mi piace il nostro mondo, però mi attira l'idea di viaggiare tra i Pianeti e fare amicizie extra terrestri.

Sirene

Fin da molto molto molto piccola mi hanno sempre attirato le sirene, sia quelle tenere alla Ariel che quelle magiche di Harry Potter o dell'Odissea di Omero. Sono belle ed attraenti, da un lato dolci e dall'altro oscuro che ti attirano in ogni caso. 
Ho sempre sognato di poter cantare sott'acqua o di vivere in un mondo sott'acqua perché sarebbe veramente bellissimo. Io amo l'acqua, se non si fosse capito, e quando nuoto mi sento svuotata e liberata di qualsiasi piccolo fardello. Se vivessi in acqua sarei la rossa più felice e libera dell'universo AHAH

Viaggiatori di tempo

L'idea di viaggiare nel tempo mi ha sempre affascinata non perché avessi voglia di rivivere alcuni momenti, ma perché vorrei tanto cambiare la mia storia ed eliminare il dolore, o almeno ci proverei. 
Con un Giratempo o in compagnia di Jackson di Tempest andrei in giro per il tempo e renderei tutto il mondo contento della propria vita.

Vampiri

Sono quelle creature immortali che si cibano di sangue, bianchi come stracci e apparentemente senz'anima e senza cuore. I loro canini ci ucciderebbero tutti in un morso solo!
Si è stra parlato e stra scritto su queste creature che da mostri come Drakula sono diventati brillanti e dolci come Edward Cullen. Io adoro tutti e due, ma ultimamente come figura mi riferisco più ai vampiri di Richelle Mead, quelli sexy ma bravi e che non negano che hanno bisogno di sangue umano e che non cercano di diminuire le vittime bevendo sangue animale. Sono così ed è la loro natura, sono nati così e ci "moriranno".

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 

Inizialmente non sapevo proprio da dove partire a stilare la lista, ma sapevo che sarebbe stata figa una volta finita e pubblicata, infatti a me pare parecchio figa! 
Chi di voi non ha mai desiderato essere almeno una volta uno di queste creature che vi ho elencato? Io spero ogni giorno che ci sia realmente un mondo acquatico o come Hogwarts o Narnia o Idris per poterci andare a vivere, perché mi ci precipiterei! E' IL SOGNO DI UNA VITA, CHI NON VORREBBE ANDARCI? 

agosto 15, 2013

RECENSIONE: The Mark, L. Fallon

Buongiorno e buon mid Agustu holiday! Agosto non è un mese che amo particolarmente perché personalmente sono una che ama i maglioni, i camini accesi, il freddo, la neve e via discorrendo (cioè sono nata a Londra e NON POSSO NON AMARE IL CIELO GRIGIO LONDINESE!), ma questo giorno mi piace dato che segna la metà di Agosto e quasi la fine. Poi arriva il freddo e Ronnie è contenta e felice (non capisco mai perché parlo in terza persona di me stessa)!
Comunque oggi andrò in Scozia da mia nonna assieme alla mia piccola famigliola allargata e non potete sapere quanto ciò mi rende felice. Mia nonna è una persona fantastica per me e mi mancava terribilmente! Finalmente la potrò abbracciare! Festeggiate con me *tira fuori i cappellini e le trombette*!

Dopo il bla-bla-bla aka parlantina-che-non-mi-abbandona, vi comunico che ho una recensione in serbo per voi. Non è poi troppo positiva, anzi se la mettiamo sotto questo punto di vista quasi per niente, però vi giuro che la prossima lo sarà (lo dico perché sto leggendo la Rowling, ed è una garanzia praticamente!)!


Autore: Leigh Fallon

Titolo: The Mark
           Carrier of the Mark

Editore: Sperling & Kupfer

Carrier Trilogy, BOOK ONE

  

- - - - - 

Trama: Il primo giorno in una scuola nuova. Megan ormai ci è abituata. Da quando sua madre è morta, non è mai rimasta nella stessa città per più di un anno. Suo padre l'ha costretta a trasferirsi continuamente, accettando le più disparate offerte di lavoro in giro per il mondo. E ora eccola lì, davanti al liceo di una sperduta cittadina nel sud dell'Irlanda, mentre si stringe nel maglione blu della divisa, cercando di passare inosservata. Ma questa volta ha deciso che sarà diverso. Perché questa volta vuole restare. Finalmente, dopo tanto tempo, le cose sembrano andare nel verso giusto. Almeno fino al momento in cui, nel corridoio della scuola, i suoi occhi incontrano quelli di Adam De Ris. All'improvviso, Megan inizia a tremare in modo incontrollabile: qualcosa in quel ragazzo dallo sguardo sfuggente la attrae e insieme la spaventa. La paura, e la curiosità, di Megan aumentano quando viene a sapere che in paese circolano strani pettegolezzi sul conto di Adam. Voci inquietanti che collegano lui e tutta la sua famiglia ad antiche leggende celtiche e a riti occulti. Megan però non ha mai creduto alle favole ed è fermamente decisa a scoprire il segreto di chi le sta rubando il cuore. Un segreto che la riguarda molto da vicino. Perché Megan e Adam sono uniti da un destino ineluttabile, che è stato scritto per loro già da secoli e affonda le radici nella notte dei tempi, in un mistero antico come l'universo. Il mistero di acqua, aria, fuoco e terra. Insieme, Megan e Adam possono dominare il mondo. O distruggerlo.


R e c e n s i o n e 

Con libri come questo dove non c'è nessuna caratterizzazione, nessun dialogo reale, nessun particolare e nemmeno nessuna storia originale mi scoccio davvero tanto. Io -e non credo di essere la sola a meno che non siate persone che nei libri non cercano qualcosa di unico e raro- quando leggo ho bisogno di sentirmi accolta in un mondo tutto strano ma straordinario che mi fa venir voglia di leggere sempre di più come se non ci fosse un domani. E, The Mark, non mi da proprio quest'impressione.


Megan è una ragazza con un passato non tanto felice alle spalle. Ha perso la madre in un incidente stradale, che le ha procurato una cicatrice sulla nuca, quando aveva sei anni e dal quel momento in poi è stata costretta a cambiare residenza in continuazione a causa del dolore della perdita e dei pochi posti di lavoro per il padre. 

Quando la ragazza si trasferisce per la centesima volta in Irlanda sente che qualcosa sta cambiando e che magari quel Paese potrebbe essere la sua nuova Casa. Nonostante la lingua un po' diversa e i nomi impronunciabili, Megan si sente accolta fin da subito grazie a Caitlin e Jennifer, le sue due nuove migliori amiche, e grazie ad Adam, un ragazzo dal quale è attratta.

Adam è sexy ed attraente e la chimica che si crea con lui è fin da subito evidente e forte, ma soprattutto inevitabile. Gli occhi verdi di Adam sono rassicuranti e bellissimi e la sua storia è ancora più interessante ed affascinante dei suoi occhi. 
Sul ragazzo infatti circolano voci curiose e che mai Megan pensava potessero essere reali, ma quando lui le racconta la magia che c'è all'interno del suo sangue lei non può non essere affascinata.

Adam, Rìan e Ainè sono tre Segnato ovvero tre ragazzi che possiedono un segno che gli permette di controllare uno dei quattro elementi della Terra. Adam è l'acqua, Rìan il fuoco e Ainè la terra, ognuno di loro può fare di questo elemento ciò che vuole.
Lei è innamorata di questa magia e quando scopre di farne parte e di avere anche lei il Segno e di poter controllare l'aria si sente come al centro di una grande famiglia e speciale. 


Mi rendo conto che detto così sembra un libro parecchio figo, fantastico, awesome, originale, incredibile, inimitabile e tanti altri aggettivi, ma vi assicuro che non è così. Ci sono parecchi punti a sfavore che non mi permettono di assegnare a The Mark un voto più alto di quello che si merita. Non che io voglia fare la cattiva, ma vi spiego mano a mano.

Punto numero uno e principale: il libro va alla velocità della luce, non si sofferma su nulla. Non avete idea di quanto veloce sia la narrazione, ma non veloce nel senso che è rapido e scorrevole assolutamente. Significa che è accelerato: le descrizioni sono minime e voi sapete benissimo quanto io ci tengo ad una descrizione come si deve, i personaggi sono leggermente accennati e non si capisce molto delle loro personalità. 
Punto numero due e più mortificante: non c'è un grammo, un briciolo, un millesimo di originalità. All'inizio sembra una storia un po' eccitante -e per inizio io intendo la trama non i primi capitoli lol-, ma gli episodi più cruciali sono copiati da Twilight così tanto che avrei voluto buttare il libro all'aria, ma siccome ce l'ho su Gus mi dispiaceva per il mio povero piccolo amore digitale. 
Punto numero tre e più fastidioso:  i dialoghi sono una merda. Il punto non è che sono dialoghi visti e rivisti, anche se questo è un fattore che contribuisce, ma sono soprattutto dialoghi poco reali. Cioè ogni volta che Adam o Megan o Rìan facevano qualcosa avvisavano, del tipo "sto andando da Fionn a parlare", "mi sto mettendo una maglietta". Sembrava tutto la telecronaca delle loro piccole azioni. Avete presente quegli sfigati che su Facebook scrivono che stanno andando anche in bagno? Ecco è proprio così. 
Praticamente i punti a sfavore di questo romanzo sono veramente tanti e forse troppi anche per il voto che gli ho dato (sembra che giri tutto attorno al rating), ma la cosa che più mi è piaciuta è stata proprio la storia degli elementi perché l'autrice l'ha caratterizzata ed ho capito praticamente tutto. Mi hanno sempre affascinato le cose naturali e biologiche -da piccola volevo essere una biologa marina lol- e pensare di poter controllare il fuoco o l'acqua per me è tipo un sogno che non si avvererà mai.

La Fallon non ha uno stile certo e scorrevole, ma piuttosto banale e purtroppo veloce. Il suo unico punto a favore sono state le spiegazioni per quanto riguarda la storia dei Segnati e degli elementi perché, nonostante le tante notizie, ho capito ed assimilato tutto quanto.
Ovviamente non entra nella mia top ten e nemmeno in una lista vera e propria, qualsiasi genere. 

Non consiglio nemmeno questo romanzo a chi, come me, non legge solo per passare il tempo, ma legge perché ha una passione che coltiva e che spera di trovare qualcosa di unico e di indimenticabile nei libri che legge. Non lo consiglio a chi vuole che ogni libro gli lasci qualcosa, perché questo qui non mi ha lasciato nulla se non una piccola tristezza per una storia rovinata.

agosto 12, 2013

CHI BEN COMINCIA #5


"chi ben comincia" è una rubrica a cadenza settimanale del blog Il Profumo di Libri
consiste nel riportare gli incipit dei libri che ci attraggono e che abbiamo letto/dobbiamo leggere, ma di nostra proprietà. verrà pubblicata ogni Lunedì, salvo imprevisti. 

Buongiorno e buon Lunedì, spero vi stiate divertendo come al solito. Oggi è il tempo di "chi ben comincia" e so già che questo incipit vi piacerà! E' di una delle mie autrici preferite nonché genio indiscusso dell'urban fantasy/paranormal romance, e io la amo un sacco sacco sacco.

Regole della rubrica:
 prendete un libro a vostra scelta della libreria personale
copiate le prime righe (possono essere 5, 10, 15, 20: your choice)
scrivete il titolo e l'autore del romanzo in questione, per info


Incipit tratto da: Whisper di Maggie Stiefvater

Prologo
Non sapeva da quanto tempo era appeso lì.
Abbastanza perché l'acqua ghiacciata non gli facesse più
sentire le gambe. Abbastanza perché le sue dita si stancassero
di restare aggrappate. Da qualche parte in lontananza, il
lugubre gemito dei cani gli fece accelerare il battito cardiaco.
Chiuse gli occhi, concentrandosi su come mantenere la presa
sui bordi irregolari del vecchio pozzo, e costrinse il proprio
cuore a rallentare. Qui non possono sentire il tuo odore.
Perderanno le tracce nell'acqua e non ti troveranno mai.
La morsa gelida dell'acqua lo raggiunse fino al collo e lui
strinse la presa, guardando in su verso il limpido cielo
notturno.
Boccheggiò. Sfinito. Da quanto tempo andava avanti quella
storia? Da quanto riuscisse a ricordare. Sopra il pozzo, i latrati
cessarono. Avevano perso le tracce.
Lasciatemi in pace. Non ho pagato abbastanza? Pregò che
tornassero da dove erano venuti, ma non si aspettava di essere
esaudito. Le attenzioni di Dio erano per chi ha un'anima, uno
status che lui aveva abbandonato da un migliaio di anni o più.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 

Quando si tratta della Stiefvater per me è più che una garanzia. E' assicurato che io mi goda il libro e che ne vada pazza, infatti è sempre così. Questo libro non l'ho ancora letto, ma ce l'ho e mi ha sempre ispirata. Mi ha sempre chiamata dalla libreria dicendomi "uhhhhh Ronnie uhhhh read meee" tipo fantasma AHAHA. 
BTW io non vedo l'ora di leggerlo, l'incipit è davvero bello e poetico, e voi cos'avete intenzione di fare? Io sono sicura che nessuno di voi possa sfuggire al fascino delle fate -creatura paranormale di cui non ho mai letto in modo soddisfacente, ma che vorrei farlo- e di zia Maggie. 

agosto 10, 2013

TOP TEN FRIDAY 3: Best Books Girlfriend


è una rubrica che prende spunto allegramente da top ten tuesday di The Broke and The Bookish. Vuole
semplicemente sparlare di un argomento letterario e crearne una lista di dieci. Tutto 
ciò ogni Venerdì con un argomento diverso.

Hola chicos, mi piacerebbe moltissimo sapere cosa state combinando durante la giornata, a che punto siete con i libri, quando andrete in vacanza eccetera eccetera. In questi giorni sto studiando un bel po' di pianoforte -come se non fosse mai abbastanza per le mie povere manine e la mia povera mente- in un corso che sto seguendo col mio papà. Mi sto stancando moltissimo tipo che vado a letto super presto ma sto ridendo come una matta perché mio padre è Krusty il Clow dei poveri HAHA. 

BTW, ADORO QUESTA RUBRICA. L'ho scritto in grande perché doveva essere chiaro e credo che vi salti subito all'occhio. Sbam. E' una rubrica libera, voi potete dire tutto ciò che volete -anche che le patate sono verdi- e io vi leggerò comunque. Cioè sono troppo dolce. 
Nella prima puntata, giusto per inaugurare, vi ho presentato i miei dieci fidanzati con al primo posto OVVIAMENTE Jace, ed adesso vi presento le dieci fidanzate ..e no, non sono mie. 

Best Books Girlfriend

Hermione Granger di Harry Potter by J. K. Rowling

Sfacciata, saputella, bella, simpatica, intelligente e coraggiosa. Hermione è la prima protagonista di cui ho letto in assoluto e forse perché è importante oppure perché è davvero una ragazza unica, non posso non metterla al primo posto. La migliore strega della sua età, combatte per il bene e ama alla follia. 

Elizabeth Bennet di Orgoglio & Pregiudizio by Jane Austen

Nell'Ottocento i matrimoni erano combinati, erano messi in atto per il denaro e per far sì che nessuno rimanesse povero e solo. Lizzy è l'unica che non accetta una cosa del genere, rifiuta due spasimanti e si sposa per amore. E' forte, simpatica e unica.

Hazel Grace Lancaster di The Fault in Our Stars by John Green

Una ragazza con un tumore è difficile che abbia una relazione particolare con ciò che la sta uccidendo. Hazel & il suo cancro sono ormai una persona sola e Hazel lo ha accettato. Deride la morte, anche se ne è terrorizzata, e fa ironia su qualsiasi cosa la spaventi. Per sdrammatizzare. E può sembrare facile da fare, ma non sempre tutti riescono ad accettare ciò che la vita gli ha riservato. 

Tris Prior di Divergent by Veronica Roth

Un'altruista che diventa una coraggiosa, una ragazza che mette davanti la vita degli altri inizia a combattere per se stessa e per il mondo. Tris è intelligente, altruista e coraggiosa, tre qualità che insieme creano una ragazza che è una bomba nucleare. Warning. 

Clary Fray di City of Bones by Cassandra Clare

Stimo un sacco questa ragazza. Riesce ad accettare la sua nuova identità che le è stata tenuta nascosta per tutta la vita, riesce a far innamorare un ragazzo a cui è stato insegnato che amare è distruggere e essere amati è essere distrutti, e riesce a convincere tutti sulle sue potenzialità. 

Luna Lovegood di Harry Potter by J. K. Rowling

Ecco un'altra potteriana, la più stramba di tutte. Luna è diversa, complice e complicata, è un personaggio studiato a fondo e che non si può capire immediatamente. E' una strega apparentemente anonima ma che si rivela immediatamente -a chi lo merita- intelligente e piena di risorse.

Juliette di Schegge di Me by Tahreh Mafi

Accettata da nessuno, amata da nessuno, voluta da nessuno: Juliette è un'emarginata in carcere per qualcosa per cui non ha colpa. Quando finalmente qualcuno la ama e le dedica il suo amore in cambio di nulla, Juliette non può credere che ciò può accadere. E' ingenua, bella ed inconsapevole, ma anche forte. 

Hana di Delirium by Lauren Oliver

In una società come quella in cui vivono Hana e la sua migliore amica Lena -protagonista del romanzo-, è completamente ribelle andare contro le regole e farlo significherebbe essere uccisi. Dopo aver vissuto una vita intera in una società del genere, ribellarsi alla propria mente e andare contro le imposizioni è proprio ciò che fa Hana. All'oscuro di tutti e di tutto, Hana sta cambiando.

Bella Cullen di Breaking Dawn by Stephenie Meyer

Probabilmente mi prenderete a calci, oppure no, ma non posso non inserire Bella. E' una della protagoniste a cui sono più legata e, anche se non è il massimo, mi ha sempre ispirata specialmente la Bella vampira-cazzuta che è molto diversa dalla Bella fragile ed indifesa. Qui Bella è forte, coraggiosa, lotta per chi ama e non si abbatte mai. 

Katniss Everdeen di Hunger Games by Suzanne Collins

Ero indecisa se inserire o no Katniss, ma alla fine ho optato per l'ultimo posto. Katniss è coraggiosa e leale, combatte per sua sorella e sua madre e anche per se stessa, ma alcune volte non crede in lei. Si lascia trasportare troppo da ciò che le succede intorno, non è sicura di poter guidare una ribellione e in fin dei conti non è forte come credevo nei due libri che seguono Hunger Games.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

E' stato molto difficile stilare questa lista perché le eroine sono veramente poche per quanto mi riguarda. Un ragazzo può conquistarmi in un baleno, ma una ragazza ha da fare una dura strada prima di entrare nel mio cuore. E queste qui mi sono entrate tutte nel cuore dopo veramente tanto. 
Ero veramente indecisa ma alla fine ce l'ho fatta e sono contenta di questa top ten che rispecchia perfettamente le mie letture preferite e le mie migliori amiche, chiamiamole così! 
Voi cosa ne pensate? Chi è nella vostra lista e chi invece non entrerebbe mai? 

agosto 07, 2013

RECENSIONE: Il bacio dell'angelo caduto, B. Fitzpatrick

Buongiorno, state parlando con la Ronnie-bambina che c'è in me. Lasciate un messaggio dopo la recensione: mi sto sentendo mega soddisfatta di me stessa perché sto riducendo la lista di libri da leggere, sto scrivendo le recensioni, sto scaricando tanta buona musica, sto facendo tutte cose che io amo fare e che farei come se non ci fosse un domani. Ma BTW ho appena finito un libro e vi scrivo la recensione, just to be so proud of myself. Tanto per dire. 



Autore: Becca Fitzpatrick

Titolo: Il bacio dell'angelo caduto
            Hush Hush

Editore: Piemme Freeway | Bestseller

Hush Hush, BOOK ONE

   
- - - - - 

Trama: Anche se la sua migliore amica vuole trovarle un ragazzo a tutti i costi, Nora non ha mai messo l'amore in cima alle sue priorità. Almeno finché a scuola non arriva Patch. Sconcertante e misterioso, il suo nuovo compagno di classe ha un sorriso irresistibile e un inspiegabile talento per leggere ogni suo pensiero. Nora è spiazzata e intimorita, avverte in Patch qualcosa di sbagliato, ma sente che l'attrazione che prova verso di lui è suo malgrado destinata a crescere. Gli occhi freddi e al tempo stesso penetranti del ragazzo non le lasciano scelta: contro ogni spirito di conservazione, Nora si arrende al suo fascino, travolgente quanto pericoloso. Perché Patch è un angelo caduto e lei non avrebbe mai dovuto innamorarsi di lui. E ora che sa di trovarsi nel mezzo di un'antica battaglia tra Caduti e Immortali, deve scegliere da che parte stare. La verità è più inquietante di qualsiasi dubbio, e Nora non può sbagliare. Perché sbagliare può costarle la vita.


R e c e n s i o n e 

I libri nel mondo sono tantissimi ed è impossibile contarli o leggerli tutti, ma da quel poco che ho letto io ci sono varie tipologie di libri. Ci sono i libri belli dai quali non vorresti staccarti mai, i libri carini che ti hanno fatto ridere, i libri con potenziale ma non utilizzato al meglio, libri che non ti lasciano nulla e libri pessimi che non avresti mai voluto leggere, nemmeno nel duemilamai.
"Il bacio dell'angelo caduto" è un libro confusionario e che non sono riuscita a capire al cento per cento. 

Nora Grey è una ragazza tranquilla che conduce una vita tranquilla in una cittadina americana tranquilla. E' sistematica, non varca mai i limiti che sua madre le impone e le piacciono le stesse cose di sempre. 
Da quando è morto il padre ha avuto un po' di problemi psicologici dovuti al trauma che le si era creato, ha avuto difficoltà a portare avanti la sua normalità ed è costretta a vivere quasi da sola, senza una mamma che può accudirla perché deve lavorare per guadagnare i soldi persi e senza un padre che non può tornare indietro.

All'esistenza monotona di Nora viene aggiunto un largo sorriso da Vee, la sua migliore amica o "gemella", come la presenta lei, con la quale passa tantissimo tempo. Con Vee va a fare shopping, con Vee va a scuola, con Vee esce e con Vee è seduta nelle ore di biologia del suo liceo. 
Quando un giorno il coach/prof-di-educazione-sessuale decide di stravolgere la classe e cambiare i posti, anche la vita di Nora viene stravolta da Patch Cipriano, il suo nuovo compagno di banco, il ragazzo nuovo tutto fascino ed arroganza che lei non può sopportare.

Per Nora stare accanto all'insopportabile Patch è uno sfinimento e oltre le ore di biologia scolastiche non vuole assolutamente vederlo. Per Patch sembra essere tutto un gioco e vuole passare più tempo possibile con la sua compagna di banco tutta gambe. 
Tra doveri, fraintendimenti e sentimenti silenziosi Patch e Nora passano più tempo insieme del previsto, ma non è mai abbastanza per Nora per riuscire a capire com'è fatto Patch realmente. 

Nora ha moltissimi pensieri tra la testa fra Patch e le cose strane che le stanno accadendo da quando due strani ragazzi, Jules ed Elliot, sono entrati nella sua vita e sembrano non volersene andare. 
La vita di Nora è a repentaglio ed ha bisogno di tutta la forza possibile, tutta la mente e tutti i pensieri per poter affrontare rivelazioni sconcertanti, mozzafiato ed incredibili, avvenimenti crudeli e che le faranno affiorare ricordi che non avrebbe mai più voluto vedere o toccare.

La Fitzpatrick sa di certo come trattenere i lettori incollati al suo romanzo dato che ho divorato questo libro in due giorni e tutto d'un fiato, ma non sa certamente dosare le informazioni, i particolari e gli elementi aggiuntivi ma inutili. Durante la lettura avevo il naso incollato alle pagine, ma non riuscivo a incastrare tutti i pezzi del puzzle perché quest'ultimo era davvero piccolo ma i pezzi erano fin troppi. 

Il suo stile è nella norma e fluido, anche molto limpido, ma niente di speciale, niente che potesse rimanermi impresso nella memoria e nel cuore. I suoi personaggi e la sua storia sono carini, ma appunto non riescono a lasciarmi nulla se non l'amaro in bocca per aver letto un libro semplice senza che mi strappassi i capelli per l'amore. 

agosto 06, 2013

CHI BEN COMINCIA #4

"chi ben comincia" è una rubrica a cadenza settimanale del blog Il Profumo di Libri
consiste nel riportare gli incipit dei libri che ci attraggono e che abbiamo letto/dobbiamo leggere, ma di nostra proprietà. verrà pubblicata ogni Lunedì, salvo imprevisti. 

Buongiorno, ragazzuoli! La mia estate sta andando a gonfie vele: sto leggendo tanto, ma soprattutto mi sto godendo i libri che leggo, sto facendo tante piccole gite con mio padre e sto riscoprendo l'amore che gli ho sempre voluto, sto trascorrendo tantissimo tempo con il mio ragazzo, tra pochi giorni mi viene a trovare mia cugina e so già che ci divertiremo A LOT ..insomma sto riuscendo ad includere un angolino per tutti e ne sono felicissima. Aggiungendo anche il fatto che non vi sto abbandonando e che mi sto affezionando a voi, ma specialmente ad alcune blogger, più di prima. 
Oggi vi presento un nuovo incipit che mi ha catturata e spero catturi anche voi. 

Regole della rubrica:
 prendete un libro a vostra scelta della libreria personale
copiate le prime righe (possono essere 5, 10, 15, 20: your choice)
scrivete il titolo e l'autore del romanzo in questione, per info


Incipit tratto da: Proibito di Tabitha Suzuma.

Lochan
Osservo i piccoli involucri neri, essiccati e fragili, sparsi sulla vernice bianca e sbeccata dei davanzali. E' difficile immaginare che siano mai stati vivi. Chissà cosa si prova a trovarsi rinchiusi in questa scatola di vetro senz'aria, a cuocere lentamente sotto un sole implacabile per due lunghi mesi, a poter guardare fuori - il vento che scompiglia gli alberi verdi sotto i tuoi occhi - schiantandoti ancora e ancora contro quel muro invisibile che ti separa da tutto ciò che è reale, vivo, necessario, fino a che non soccombi: bruciacchiato, esausto, sopraffatto dall'impossibilità dell'impresa. Quand'è che una mosca rinuncia a scappare da una finestra chiusa? Il suo istinto di sopravvivenza continua a spronarla finché il fisico non ce la fa più, oppure arriva a un punto in cui si rende conto, dopo l'ennesima botta, di non avere più scampo? Quand'è che il troppo è troppo?

- - - - - - - - - - 

Ho questo libro su Gus, il mio kindle per chi non sapesse, ma sono convinta che prima o poi io debba comprarlo per leggerlo. Secondo me e secondi i pareri che ho letto, "Proibito" è un libro che bisogna avere nelle mani mentre lo si legge per poterlo abbracciare, consolare ed amare. 
Questo incipit è proprio uno di quegli incipit favolosi, pensate che non volevo smettere di leggere neanche per un secondo e fosse stato per me vi avrei riportato tutto il libro, I swear (Gus mi ha fermata. Bravo Gus *pacca sulla spalla*!). BTW ho già le lacrime.

Sicuramente molti di voi lo avranno letto e vorrei sapere tanto cosa ne pensate, venite qui a gruppo e ditemi com'è questo libro. Ditemi che è bello e che non fa male, vi prego. Sento che i miei sentimenti si disperderanno com'è successo con TFiOS. Ohhhhh my feelingsssssss! 

agosto 04, 2013

RECENSIONE: Cose da salvare in caso di incendio, H. Tanner

Buongiorno e buona Domenica! Aspetto questo giorno ogni settimana con tanta ansia e quando arriva non faccio altro che starmene qui al computer e scrivervi una recensione, ed è proprio quello che farò oggi. Avrei dovuto scrivere questa recensione ieri, ma alla fine dato che sto diventando così puntuale chi se ne frega (e poi ho scritto qualcosa di molto più bello ieri, cioè molto più personale e carino)! E' un libro romantico, ma ho un po' di dubbi, perciò non si merita un voto più alto di quello che gli ho dato per un motivo preciso.
Non so perché, questa si prospetta una recensione lunga perciò prendetevi un pacco di sigarette e fumatevelo assieme a me. Just Kidding. YOU DO NOT SMOKE, PEOPLE. Ahah do l'impressione di una seria, è questo che mi preoccupa.

BTW


Editore: Longanesi - Tea

Autore: Haley Tanner

Titolo: Cose da salvare in caso di incendio
            Vaclav & Lena

   
- - - - -

Vaclav ha dieci anni e un sogno: diventare un mago famoso in tutto il mondo. Ma il sogno più grande è fare di Lena, una compagna di scuola molto speciale, la sua incantevole assistente. Nasce così, all'insegna della magia, l'amicizia che cambierà la vita dei due ragazzini. Vaclav vive con i genitori, ebrei russi emigrati nella terra delle grandi opportunità, in un modesto appartamento di Brooklyn dove il borsc ha impregnato del suo odore ogni cosa. Stesse origini ha Lena, che non ha i genitori, abita con una giovane zia sbandata e passa molto tempo da sola. Si esprime soprattutto con le emozioni, perché l'inglese non è la sua lingua madre e spesso non trova le parole giuste. Ma ci pensa Vaclav ogni volta a regalargliele, aiutandola a leggere il mondo quando per lei diventa indecifrabile. Un giorno la madre di Vaclav scopre un segreto sconvolgente sulla piccola Lena. E da quel giorno la bambina sparisce, come per effetto di un numero di magia. Cosa le è successo? Chi si occuperà di lei? Chi la proteggerà? Per sette anni Vaclav, ogni sera, addormentandosi, si porrà queste domande. Finché la sera del diciassettesimo compleanno di Lena riceverà una telefonata che gli rivelerà ogni cosa e cambierà per sempre la sua vita...

R e c e n s i o n e

"Valcav & Lena" è un romanzo che ha 323 pagine in tutto, ma di queste, solo "241 e poco poco" hanno saputo darmi l'amore che cercavo, il miele che richiedevo e che ero sicura mi avrebbe dato. 
E' un romanzo che parla non solo di una storia d'amore, ma anche di una storia di perdita e di sofferenza, di mancanza e di malinconia per qualcosa che non c'è mai stato e che non si conosce neppure. 

Vaclav ha nove anni, è nato in Russia ed è arrivato in America poco dopo. E' un bambino che ha vissuto entrambe le realtà e che non smette mai di sognare, cambiare e crescere. 
Vaclav è solare ed aperto, anche se non ha molti amici a scuola, e sogna di diventare un mago grande quanto Houdini e speciale come David Copperfield. Con un cilindro, un mantello e i guanti, e con un'incantevole assistente cioè la sua amica Lena.

Lena ha anche lei nove anni, è nata in Russia ed è arrivata in America ma non sa quando né come. La sua vita parte dall'esatto momento in cui viveva già con la sua nonna -che poi nonna reale non era.
La bambina non ricorda nulla, ha un passato oscurato ed annebbiato. E' stata scaricata come si scarica in un porto e non conosce la sua vera famiglia. Ha vissuto la sua prima parte di vita con la nonna Radoslava Dvorakovskaya e poi con sua zia Ekaterina a Brooklyn. Dove ha conosciuto Vaclav, dov'è diventata la sua incantevole assistente e dove lo ha dovuto abbandonare. Dove ha subìto ed ha iniziato ad amare contemporaneamente; dove ha imparato a sopportare e a lodare. 

Vaclav & Lena vivono giorni felici, vanno a scuola, si esercitano sui trucchi di magia, stilano elenchi e passano tutta la giornata insieme. Sono due inseparabili amici, un mago & un'incantevole assistente.
Sono due calamite che si attraggono e che non possono stare divise, due poli opposti che in qualche modo si sono avvicinati.

"Noi due insieme siamo VacLena, una cosa sola. Ma occupiamo due spazi.. due sedie." dice Vaclav, formulando mentalmente la spiegazione. "Se ci sono seicentoventisette sedie, quanti VacLena possono sedersi?"
"Non so."
"Ricordati che ogni VacLena ha bisogno di due sedie e non possono separarsi."
"Perché non possono?"
"Perché no" risponde Vaclav, "perché se no c'è il resto, che è la prossima cosa che faremo."
"Cosa vuol dire 'resto'?" chiede Lena.
"Il resto è quando dividiamo VacLena e rimane, mettiamo, un solo posto.. una sola sedia. Allora c'è o solo Vaclav o solo Lena."
"E questo è impossibile" conclude Lena.

Ma "tutte le rose hanno le spine": un giorno Vaclav e Lena vengono divisi bruscamente. Non riescono a dirvi addio, a darsi un ultimo abbraccio e a fare un ultimo trucco di magia insieme. Non riesco più a stilare elenchi e a sigillarli con la candela del compleanno, non riescono a concludere i preparativi per lo spettacolo a Coney Island, lo spettacolo di magia.

Vaclav continua a vivere la sua vita inizialmente prendendosela con sua madre ingiustamente e poi riuscendo finalmente a crescere realmente, ad avere diciassette anni e a sorridere a trentasei denti. Vaclav cambia. Va in una scuola per ragazzi intelligenti, ha una ragazza di nome Ryan con i pantaloni strappati e che suona in una band, ma nonostante l'età e il tempo passato lui vuole ancora diventare mago e vuole ancora che Lena sia la sua incantevole assistente. 
Il Vaclav diciassettenne cerca disperatamente Lena, cerca di tenerla in vita con una "buonanotte" sussurrata ogni sera e non si arrende mai.

Di solito la gente non sorride per sorridere. Di solito i sorrisi della gente sono una bugia, o un trucco, o una promessa. Invece il sorriso di Vaclav è solo un sorriso, e lui sorride sempre per sorridere.

La Lena diciassettenne ha una vita più tranquilla: vive con Em, la sua dolce mamma adottiva, va in una scuola silenziosa e rilassante ed ha migliorato di molto il suo inglese. Il giorno del suo compleanno si trova a riflettere su una macchia che la porta alla riflessione sul suo passato. Vuole trovare i suoi genitori, andare in Russia e saperne di più su chi l'ha fatta e su chi l'ha mandata in America.
Vuole conoscersi e conoscere.

Lena è per Vaclav un concetto inconcepibile. Lena è l'infinito. Lena è l'universo in espansione. Lena è il punto più profondo dell'oceano, dove mai c'è stata luce.

La sera del suo compleanno Lena decide di chiamare Vaclav, sapere dov'è ed andarlo a cercare perché sa che senza di lui niente è possibile per lei. 
Iniziarono a scoprire il loro amore che tutt'un tratto amore fu. I ragazzi si uniscono nuovamente e, dopo incomprensioni, bugie e terrori del passato, quest'unione è per sempre.

..le emozioni che prova sono soltanto sue e di Lena, Lena è un altro pianeta, e lui è una stella che sfreccia nel cielo freddo e nero. Le tiene la testa nella mano e la ama tanto che arriverebbe a farle da scudo per proteggerla da un meteorite, e cerca di essere delicato, e le chiede se va tutto bene.

La dolcezza e la delicatezza di questo romanzo sono due doti uniche ed indicibili, inesprimibili. L'autrice ha scritto un libro pieno di miele, cioccolato, dolcetti, tipo la casa che Hansel e Gretel trovano nel bosco, esattamente come quella (provate a focalizzarla, togliete tutti i dolci che ci sono lì ed inseriteli in questo libro, giuro che vi esce qualcosa di esplosivo e ad alto tasso di diabete)!

Il suo stile è davvero carino, ma è ancora più bello il fatto che la Tanner si sia voluta immergere a capo fitto nella storia e lo si nota dallo stile. Nella prima parte del libro cioè "Insieme", l'autrice scrive in un inglese non troppo perfetto, con congiuntivi coniugati in modo sbagliato, articoli dimenticati e aggettivi messi a caso. Ma lo fa perché i piccoli VacLena non sanno bene l'inglese, lo stanno imparando e così lei con loro. Con l'andare del libro l'inglese cresce, i verbi si coniugano perfettamente e tutti i pezzi del puzzle si uniscono per creare qualcosa di grammaticalmente super corretto, su questo non c'è dubbio.

Il mio piccolo dubbio è solamente uno: perché, a volte, le autrici affrettano i finali? Il libro è stato perfetto così com'è fino a pagina "241 e poco poco" per poi andare ad una velocità incalcolabile e pazzesca, col cuore in gola. Troppo veloce e pochi particolari intensi.

Il romanzo è stato completamente d'impatto su di me sia per l'amore, che per la situazione familiare di Lena che per il finale affrettato -che ho odiato con tutta me stessa-. Mi è piaciuto tanto complessivamente ed è stato bello essere il terzo incomodo tra Vaclav e Lena per quei quattro giorni di lettura.

agosto 03, 2013

THOUGHTS: Cuore Meccanico, M. Locatelli

Buongiorno e buon Sabato! Il "buongiorno" sarebbe più una buona notte visto che ho scritto questo post all'una di notte -ora locale inglese- e "buon Sabato" mi sembrava carino dato che amo questo giorno più degli altri, perfino più del Venerdi. Ed è tanto. Giurin giurello.
Comunque vi ho scritto così tardi ed ho programmato questo post -CHE DIO BENEDICA LA PIANIFICAZIONE, YEAY!- perché non appena ho finito di leggere questo raccontino su Gus, il mio piccolo Kindle tutto nero e un po' solo, avevo voglia di parlarvene. Non dico più niente perché già non è una recensione, dato il poco spessore di questo racconto, appunto r a c c o n t o, quindi parto. Parto in quinta, accellero e via!

Editore: Auto-pubblicato

Autore: Marco Locatelli

Titolo: Cuore Meccanico

Formato ebook: .epub, .mobi, .pdf

Download for free if you pay with a Tweet!



T h o u g h t s

Sono una sottospecie d'amica dell'autore, o comunque una persona con cui Marco fa fingirl sulla Stiefvater, i suoi personaggi, le sue storie, eccetera eccetera. Ero curiosa di leggere qualcosa di suo perché è una persona che legge tanto e che comunque ogni scrittore ha potuto lasciargli un'impronta del suo genere che Marco ha racchiuso nel suo bagaglio stilistico. E' ovvio che è così: leggendo il suo piccolo raccontino se ne ha la prova. 

Non ho idea di quante pagine siano, perciò è un po' difficile spiegarvi un po' di ciò che parla questo racconto. Ci sono un organico ed un meccanico che dapprima vivono insieme normalmente e poi dopo un po' diventano dei complici, una coppia di lavoratori che si nutre ognuno della felicità dell'altro

"Perché non siamo tanto diversi," avevi risposto alla mia domanda, quel giorno. "I meccanici si arrugginiscono, gli organici marciscono."

L'organico sistema il robot ogni giorni, gli olia il cuore ogni giorno su un lettino in modo tenero. Il meccanico lo aiuta, lo consola ed impara a volergli bene. Convivono insieme come due amici che hanno vissuto una vita intera insieme e ne hanno passate di tutti i colori, sono felici ed hanno il cuore scaldato. 


Un giorno vengono divisi da una nuova legge che non riescono ad accettare. Quel giorno è pieno di dolori, di lacrime, di urla e di addii, ma è anche dolce e sinonimo d'unione. Perché ovunque essi vadano si ricorderanno sempre l'uno dell'altro. Si ricorderanno che né l'organico né il meccanico voleva lasciare l'amore. 

Tu avevi l'ambulatorio, il tuo appartamento, la tv via cavo e il frigorifero. Io avevo solo te, ma non avrei rischiato di toglierti tutto solo per averti. Avrei preferito andarmene per lasciarti vivere.

Sono assolutamente contenta di questo piccolo racconto che mi ha scaldato il cuore questa notte. Sono assolutamente contenta di averlo letto, di essermi fidata di Marco. Sono assolutamente contenta che mi sia piaciuto. Ci speravo tantissimo, ma in fin dei conti non avevo dubbi, perché in cuor mio sapevo mi sarebbe piaciuto.

Nello stile di Marco c'è la dolcezza della Dea delle Autrici, c'è la semplicità di uno libro che vuole puntare in alto e c'è l'amore della vita di ognuno di noi. Nonostante siano solamente dieci "sfogliate di Kindle" -nel mio gergo sarebbero dieci pagine di ebook, più o meno. non so spiegarlo-, mi ha saputo intrattenere ed ho colto a pieno ciò che Marco voleva farci arrivare.

Lui scrive per coinvolgerci nel processo di scrittura, lo dice lui stesso, e ci riesce a pieno. S'impegna e da tutto se stesso. Si nota ed è impossibile che non risalti agli occhi.

Grazie per l'amore, Marco. 

agosto 02, 2013

TOP TEN FRIDAY 2: Better Romance Ever

 

è una rubrica che prende spunto allegramente dall'originale "top ten tuesday
di The Broke and The Bookish. Vuole semplicemente sparlare di un argomento letterario e 
crearne una lista di dieci, tutto ciò ogni venerdì con un'idea diversa.

Buon pomeriggio e buon 2 Agosto! Sono una rincoglionita in questi giorni: mi sono dimenticata di augurarvi di passare un buon Agosto perché sono tutta presa dai miei libri e dai miei disegni e da tutte quelle cose che hanno per aggettivo di possesso "mio". Questo è il mese dell'uscita del film City of Bones tratto dal romanzo della Clare (review here) e io non sto più nella pelle e sono convinta che nemmeno voi! Andiamo, chi vuole vedere CoB alzi la mano! 
put you hands up in the air!
(they are cute, are they? aw)
I cannot wait. I cannot believe.
I cannot do this. I cannot hate this.
Comunque oggi è Venerdì e ciò significa che è il momento di stilare una lista di dieci di un argomento letterario a piacere. La scorsa settimana è stata la volta dei dieci fidanzati letterari più fighi e oggi il tema è: Migliori Romanzi Rosa di sempre. Mi sembra abbastanza universale e non vedo l'ora di scoprire quali sono i vostri dieci. Ma ora veniamo alla mia di lista! Che ha tipo settecentomiliardi di kili di miele. Wow. Aw. Miele. Miele. Everywhere.

Better Romance Ever

1- Cime Tempestose di Emily Bronte
Questo è un romanzo che o si ama o si odia, ed io provo il primo sentimento: un amore sconfinato. E' uno di quei libri che non smettono di darmi emozioni e sensazioni bellissime; lo leggo ogni anno ed è come se lo facessi per la prima volta.

2- Romeo e Giulietta di William Shakespeare
Ok per questo sono meno anticonformista, perché tutti amano questo romanzo. Cioè è impossibile non amarlo, è l'emblema dell'amore e non poteva certo mancare nella mia lista.
Dear John
3- Dear John di Nicholas Sparks
Non avrei mai pensato di poter inserire questo libro nella lista, perché Sparks non è un autore che venero più che mai, come se non ci fosse un domani. Ma non potevo non metterlo perché Savannah e John sono due tenerini, cucciolini, dolcini ragazzi che si sono fatti mangiare dall'amore che li legava. Con questo libro non ho solo apprezzato il nome di più il nome John, ma ho anche odiato con tutta me stessa l'accademia militare, anche se fa moltissimo per tutti i Paesi. Sono fatta così. Mi ha segnato davvero, e tanto.

4- The Fault in Our Stars di John Green
L'amore, l'amore, l'amore e la disperazione. L'amore è distruggere ed essere distrutti e questo libro rappresenta a pieno questa bellissima frase. E' un libro doloroso e ci vuole coraggio a leggerlo, bisogna prima effettuare una preparazione psicologica come prima di un compito in classe o prima di una partita di tennis, ma quando lo si è letto i sentimenti sono in subbuglio e quando lo si finisce i sentimenti sono andati a cena e ci hanno lasciati da soli. I miei sentimenti devono ancora tornare!

5- Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen
The Fault in Our StarsIo non è che sia una fan sfegatata della Austen come lo sono per Shakespeare, ad esempio, ma la trovo una brava scrittrice nonostante non ci sia nella mia top ten (a proposito di top ten, lol.). Questo libro non è solo l'amore, ma è anche qualcosa di più cioè il ritratto di una società antica e mi è piaciuto davvero tanto all'epoca, cioè tipo cinque anni fa o qualcosa del genere. Dovrei rispolverare ma ho troppo arretrato.

6- Il Ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde
Ad un certo punto credevo di dimenticarmi di questo libro perché l'ho letto così tanto tempo fa che mi sembra impossibile ricordarlo. Eppure lo ricordo alla perfezione. Ed è un libro d'amore. Non un amore alla Romeo e Giulietta, ma un amore per se stessi. Ricordo che mentre leggevo questo libro ero tipo in amore con me stessa, mi portò all'esaltazione di me ..ma alla fine non sapevo se piangere o cosa. Fu cosa.

Shiver (The Wolves of Mercy Falls, #1)7- Shiver di Maggie Stiefvater
Sarebbe tipo impossibile creare questa lista senza il miele e la poesia di quest'autrice. Diciamo che è una colonna portante, una specie di mantra da seguire, per me. La sua dolcezza è estrema ed assoluta, ma anche unica. Non ho mai letto nulla di simile, nulla di così intenso e capace di farmi amare l'amore. Sembro banale, ma non riesco ad esprimermi su questo libro. Sorry.


8- New Moon di Stephenie Meyer
Mi criticherete, mi butterete i pomodori, me ne direte e farete di tutti i colori, ma ..what the fuck. Io sono innamorata di questo romanzo, ed è così dolce che voi nemmeno ve lo immaginate. Non è stato né il primo della sezione fantasy né il primo d'amore, per me, ma è stato uno dei tanti che mi ha fatto sognare, mi ha fatto traboccare il cuore. MERITA QUESTO POSTO, e potete dirmi tutto quello che volete. F.

9- City of Glass di Cassandra Clare
Amo troppo questo libro e l'amore che mi ha trasmesso è davvero forte e d'impatto. E vi starete domandando: e allora perché non è tra i primi? Bene, questo non è un romanzo solo d'amore. Non parla solo di un rapporto mieloso, perciò non merita i primi posti per questo, perché questa è una lista dei migliori dieci libri amorosi di sempre. Ma è sensazionale anche perché l'amore non è al primo posto.

Harry Potter and the Deathly Hallows (Harry Potter, #7)10- Harry Potter and the Deathly Hallows di J. K. Rowling
Penserete che l'ho inserito solo perché avevo voglia d'inserire Harry Potter, la mia infanzia e la mia crescita, il mio passato, il mio presente ed il mio futuro. Ma questo non è vero. Certamente potrei farlo, ma il rapporto che ho con questo libro è diverso. E' in questa lista perché I Doni Della Morte parla d'amore. Harry fa tutto ciò che fa in questo libro per amore dei genitori morti, per amore dei suoi amici Ron ed Hermione, per Ginny, per Dumbledore e Snape, per i professori di Hogwarts e gli studenti, per tutto il mondo. E' una questione di vita o di morte, è una questione d'amore e di strafottenza. Harry sceglie la vita e l'amore, sceglie il bene e i legami.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Mi pare tipo di avervi scritto un testamento e di avervi aperto il cuore. Sono libri che porterò per sempre con me e che nessuno potrà mai portarmi via. Sono i dieci libri che, se dovessi, salverei in caso d'incendio a costo di bruciarmi un braccio o una gamba. Sono i dieci libri d'amore e sono l'amore per me. 
Ora voglio sapere i vostri. Cioè vi ho comunicato le mie dieci infatuazioni ma non so nulla delle vostre, non so nemmeno se ce le avete. 
OK, ditemele tutte. E' una giornata splendida e riempiamola d'amore.
Love. Love. Love. Love. Always. 

xxxinfinite

agosto 01, 2013

MAGNETIC C. #3


è una rubrica a cadenza casuale. vi mostrerò, ogni qual volta che le troverò, le cover magnetiche
che mi hanno più attratto e che mi hanno fatto viaggiare.

Buon pomeriggio, lettori! In giro per il web ho sentito che molti miei colleghi sono andati in vacanza al mare o in montagna. Io ancora sono qui con voi, ma non so se voi ci siete, non so se siete andati in vacanza o se avete in mente di andarvene un po' dal vostro Paese/città. Ditemi che programmi avete! 
Intanto io vi delizio con due cover magnetiche che ho trovato su Goodreads come al solito e delle quali mi sono innamorata! 

                                         SPLINTERED                                    ONCE WAS LOST
                                                                Trama                                                                   Trama


Nella prima cover è tutto particolarmente dark e oscuro, ma allo stesso tempo leggermente strampalato e diverso. C'è il contrasto tra il font che è delicato e i rampicanti che ci sono sopra il titolo che incutono terrore. Un mio amico afferma che la modella assomiglia a un qualche esorcista, ma io la trovo bella e raffinata. 
La seconda cover è triste, malinconica e romantica. Parecchio dolce e leggiadra. Adoro i fiori nelle cover nonostante ci sia il boom di quest'elemento, e trovo questa cover con questo fiore molto diversa dalle altre. E' un fiore che sta appassendo, che ha passato una lunga vita ed è stato amato. 


A questo punto io non so quale sia la più magnetica perché mi attirano tutt'e due, ma spero che voi siate più decisi rispetto a me e sappiate scegliere. Quali vi piace di più? Tell me!