giugno 17, 2013

RECENSIONE: Chaos, L. Oliver

Salve carissimi! E' da moltissimo che non vi scrivo una recensione, brutta o bella, per mancanza di tempo, ma oggi mi sono messa d'impegno ed ho scritto questa qui di un libro letto parecchio tempo fa. Mi ha lasciata sconvolta per un bel po' e quindi sono agitata perché voglio aver reso bene l'idea generale, voglio che capiate quanto mi è piaciuto e quanto adesso mi manca!


Autore: Lauren Oliver

Titolo: Chaos

Editore: Piemme Freeway

Pubblicazione: 2013, Marzo 5

Serie: DELIRIUM #2





Nel mondo di Lena l'amore è bollato come delirium, una terribile malattia che va estirpata da ogni ragazzo. Lena non vede l'ora di ricevere la cura, perché ha paura di innamorarsi, ma proprio il giorno dell'esame conosce Alex, un ragazzo bellissimo e ribelle. L'amore tra Lena e Alex cresce ogni giorno di più, fino a che i due innamorati non decidono di scappare nelle Terre Selvagge. Ma purtroppo i piani non vanno come previsto... Lena si ritrova sola, senza Alex, che è rimasto dall'altra parte della rete, e senza la vita che conosceva. Vuole dimenticare quello che è successo, perché ricordare fa troppo male. Adesso è il tempo di farsi nuovi amici ed è il tempo di unirsi alla ribellione: contro chi vuole estirpare la possibilità di amare dal cuore di tutti gli uomini e contro chi le ha portato via Alex...

Recensione

Dopo Delirium con la sua storia originale ed utopica, un amore proibito e forte ed un finale sconvolgente e spiazzante, avevo bisogno di leggere Chaos e rimanere ancora più entusiasta seppur addolorata. E quando è arrivato il momento non me lo sono fatta scappare e mi sono immersa nella storia di Lena.

L'avevamo lasciata con un coraggio immenso ed una paura azzerata, pronta a far tutto per Alex e per poter vivere il loro amore al cento per cento, senza proibizioni, nascondigli e sotterfugi. Era riuscita a scappare dalla sua cittadina, Portland, per andare nelle Terre Selvagge assieme al ragazzo che ama, ma purtroppo quest'ultimo non riesce a farcela e lei si trova tutta sola in un mondo che non le appartiene, con delle persone sconosciute e delle ferite interne più grandi di lei.
Inizialmente tutta la forza che Alex le aveva regalato sembra scomparsa nel nulla, e Lena non riesce ad andare avanti, non riesce a lasciarsi tutto alle spalle ed avere una nuova vita nella Resistenza. Si sente affranta ed abbandonata, ha un peso enorme sul cuore e dei ricordi che fanno troppo male. E' debole psicologicamente ed esternamente: non parla con nessuno, non mangia ed ha il cuore congelato.

Dopo settimane infinite di rimpianti, solitudine e fragilità, Lena decide di darsi da fare, di alzarsi da quel letto in cui è sdraiata da troppo e di rendersi utile. Inizia ad allenarsi correndo tra i boschi, libera da ogni opposizione. Aiuta Raven e Tuck, due Resistenti a cui imparerà a voler bene, a fare piccole mansioni quotidiane e poi contribuisce al grande trasloco invernale che la porterà nelle strade affollate di New York.
Lena qui è ormai diventata parte della Resistenza, si è opposta al sistema di cui è sempre stata schiava per lottare nel bene e distruggerla per sempre.

Adesso Lena si muove sotto mentite spoglie nella New York dell'ALD, l'azienza "America Libera dal Delirium" di Fineman contro il delirium amoris nervosum, a cui lei stessa deve prendere parte per poter portare a termine la sua missione: controllare Julian Fineman, il figlio del promotore dell'ALD e simbolo della lotta versus. 
Durante la riunione dell'ALD, Lena non sa che dovrà vedersela con le Iene, degli Invalidi distruttivi, che la porteranno assieme a Julian in un bunker e la tratterranno lì per giorni interi. Qui i due entreranno in stretto contatto e le loro parti più vulnerabili giocheranno tra di loro. 
Mentre Lena si arrende e dice la verità sul suo conto a Julian, lui si schiuderà come un riccio raccontandole degli avvenimenti che lo hanno segnato e che lo segneranno ancora. Entrambi non-curati s'incontreranno nel mondo più terribile ed intimo possibile formando una squadra indistruttibile.
Ma più si va avanti nella lettura meno imprevedibili diventeranno le azioni. Più punti interrogativi prenderanno forma. E più voglia avremo di sapere come andrà a finire, come se la caveranno Julian e Lena, e quale sarà il finale che la sadica Lauren avrà scritto per noi.

E' impressionante come la Oliver mi tiene in pugno, come mi fa attendere impaziente e come mi fa immedesimare in tutto ciò che racconta ..ed anche questa volta è stato così, anzi anche peggio. E' un'autrice dalle mille risorse che sorprende sempre nel bene e nel male, facendoci soffrire ma rendendoci completamente soddisfatti ed ammaliati.
In questo romanzo ha dato tutto ciò che si poteva dare, creando un "to be continued" di Delirium degno di una certa nota. Nonostante abbia capovolto la situazione è riuscita a manovrare le sue carte ed anche i suoi lettori. Ha reso Chaos non solo un libro scorrevole e mozzafiato, ma anche un romanzo dal quale non ci si vuole staccare e nel quale ci si entra completamente. Durante la lettura ero con Lena, ero dentro di lei ed accanto a lei. La capivo, soffrivo con lei e m'innamoravo assieme a lei. Ho sentito il suo mondo crollarmi addosso come fosse mio, ho sentito le mie forze venire meno come se mi fossi arresa, ho sentito freddo come se fossi nei boschi d'inverno. Ho provato dolore, ho avuto la voglia di piangere e di vomitare, ho imparato ad amare di nuovo e a concedermi. Ho iniziato realmente a pensare come lei, insieme a lei.

Questo romanzo è stato con continuo OH MY GOD e se ci penso ancora mi viene da urlarlo sempre più forte in faccia a qualsiasi persona che dice che leggendo non si ottiene nulla, che i libri non danno soddisfazioni e non ci fanno uscire i sentimenti. Non tutti i libri sono così appassionanti, ma di certo Chaos è riuscito a prendermi, stritolarmi e strapparmi il cuore come solo pochi libri sanno realmente fare.
Lauren Oliver è di continuo in volo verso la classifica dei miei autori preferiti e cerca di scavalcarli calpestandoli ..ma credo che con Chaos ci sia arrivata eccome!

5 commenti:

  1. OH MY GOD, io non ce la posso fare a leggere questo libro... non posso proprio.
    I commenti di voi che lo avete letto sono piuttosto simili, salto sempre la parte in cui viene commentata la trama, ma le emozioni e le sensazioni che vi ha lasciato sono sempre le stesse.
    Okay, devo farmi coraggio e prenderlo in mano anch'io. *^* Prima o poi dovró farlo e attendere Requiem sarà straziante.

    Sono contenta di essere riuscita a leggere una delle tue recensioni, Ronnie! Mi sono mancate. ;D

    RispondiElimina
  2. Mamma quanto adoro Julian *è passata dalla sua parte durante la lettura*
    Non vedo l'ora di leggere anche il seguito *-*

    RispondiElimina
  3. Anche io ho appena postato la recensione di questo libro haha
    Non vedo l'ora di avere tra le mani l'ultimo libro!
    *me è ancora indecisa tra Alex e Julian* haha

    RispondiElimina
  4. Forse è il caso di sbrigarmi e leggere questo libro!

    RispondiElimina

Mi fa piacere leggere i vostri pensieri, let the freedom free!