gennaio 29, 2013

top 10 Tuesday #2

è una rubrica inventata dal blog letterario The Broke and the Bookish. Verrà pubblicata ogni Martedì, se ci riuscirò, e consiste nel fare una scheda di 10 temi letterari che verranno scelti di volta in volta dall'autrice del meme. 
Quando adottai questa rubrica non ero nella pelle e mi ero ripromessa di pubblicarla quasi ogni Martedì, ma non sono riuscita a farlo. Spero che d'ora in poi m'impegnerò.
Il tema di cui devo stilare una lista di 10 è: top 10 most frustrating characters ever, ovvero la lista di 10 personaggi più frustranti di sempre.

1. Peeta Mellark - The Hunger Games, Suzanne Collins. Sapete già quanto ho amato questo romanzo e, effettivamente, nelle recensioni non vi ho parlato affatto di cosa pensavo di questo personaggio maschile, perché tendevo più a esprimervi le mie opinioni sullo stile, sulla trama, etc. Ma non avete idea di quanto io abbia faticato per farmi apprezzare Peeta. Lo trovavo davvero insopportabile, troppo fragile e soffocante, una di quelle persone accecate dall'amore a tal punto da non riuscire a vedere le cose come stanno realmente. Avrei voluto prenderlo a pugni, specialmente ne "Il canto della rivolta".

2. Frodo Baggins - The Lord of the Ring trilogy, J. R. R. Tolkien. Anche questa è stata una saga che ho amato a livelli incalcolabili, come tutti gli altri fans d'altronde. Tolkien è un genio assoluto e (come al solito) dovremmo tutti inchinarci al suo cospetto perché va fatto, se lo merita, ha contribuito all'evoluzione del genere fantastico.
Ma, John, perché hai creato questo personaggio così stupido ed incapace? Oh mio dio vi giuro che a parte la simpatia e la bravura che questo personaggio ha come caratteristiche naturali, non riuscivo a sopportarlo ed arrivavo a sperare che cambiasse completamente. Se non ci fosse stato il gran vecchio Sam, non so se sarebbe riuscito nell'impresa.

3. Cassia Reyes - Matched trilogy, Ally Condie. Il romanzo, per quanto io abbia sperato sia prima che durante la lettura, non mi è piaciuto come avrei preferito. E' stato un po' banale e di poco spessore, mio malgrado, e mi dispiace anche dirlo. Ma la cosa che credo mi ha fatto abbassare la sua valutazione sia proprio stata la protagonista e voce narratrice: Cassia. Oh cavolo girl sei stata pessima e petulante e sembra che l'autrice l'abbia fatta a posta, era pessima e petulante nel modo più perfetto assoluto ed ero per tutto il tempo tipo 'ok, vuoi presa a pugni. Pugni forti e ti faranno male'.

4. Brian Rezza - The Nine Lives of Chloe King, Elisabeth J Braswell. Brian è uno dei personaggi principali dei romanzi/serie televisiva, ma personalmente non sono mai riuscita a farmelo digerire. E' continuamente sotto i piedi di Chloe e tenta di proteggerla, come tutti gli altri, da suo padre che è il malvagio della situazione, colui che vuole ucciderla a causa dei suoi stramegafighi poteri. Anche Brian è un po' pesante, ma non avrei voluto prenderlo a pugni perché è a tratti dolce.

5. Draco Malfoy - The Harry Potter series, J.K. Rowling. E' una delle saghe che più venero e consiglio a chiunque mi capiti praticamente sotto tiro. Ma come quasi la maggior parte dei libri del mondo e dell'universo e dell'empireo e dell'iperuranio c'è l'acerrimo nemico, quello che ti rovina la vita, quello che ti augura tutti i mali. Quello per Draco, però, non è stato un odio vero e proprio (perché da un certo punto in poi inizia ad uscir fuori la sua anima buona), non avrei voluto linciarlo o fargli del male, ma quasi. Risultava fastidioso e a volte, la sua malvagità, anche un po' esagerata e si capiva benissimo che lo faceva per innervosire il mio maghetto Harry. Ma va bene, è il cattivo, deve farlo. L'ho odiato ugualmente.

6. Sam Uley - The Twilight Saga, Stephenie Meyer. Potevo non citare colui che ha scaturito in me una moltitudine di attacchi violenti? Inizialmente era un personaggio molto interessante ma secondario che mi stava parecchio simpatico, o almeno per quello che leggendo su di lui attraverso gli occhi di Bella o le affermazioni di Jake. Purtroppo, con l'andare del tempo, è diventato più fastidioso e irritante di quanto mi sarei aspettato. Un'alfa falso che pretende che tutti facciano ciò che lui vuole/comanda. Avrei voluto dirgli tipo 'ehi lupo, non sei il centro del mondo e nemmeno troppo importante perché tu venga ascoltato.'

7. Molly Bloom - Ulisse, James Joyce. Molly è una specie di Penelope della vera leggenda di Omero, ma io avevo sempre immaginato Penelope come una donna con parecchio fascino, con un carattere forte ed una pazienza da vendere: insomma, una donna bellissima e molto desiderabile. Molly invece è fastidiosa, un botto, e non sono mai riuscita a farmela scendere giù dalla trachea.

8. Cate Cahill - Wicked. I segreti delle sorelle Cahill, Jessica Spotswood. Nel complesso il romanzo è stato davvero carino, con un potenziale incredibile, ma la protagonista.. dai, l'autrice avrebbe potuto creare una ragazza meno insopportabile e aspirante mamma. La maggior parte dei libri si rovina a causa delle voci narranti/protagoniste femminili, omfg perché?!

9. Mrs. Bennett - Orgoglio & Pregiudizio, Jane Austen. E' la madre della protagonista adorabile e assolutamente perfetta ed è l'esatto contrario della figlia, in poche parole. E' una donna per la quale non conta il vero amore, dice che il matrimonio dev'essere effettuato solo se la controparte ha un patrimonio voglio agiato alle spalle. Sta continuamente ad innervosirsi e gridare 'oh, miei poveri nervi'. L'avrei chiusa in una stanza buia, sul serio.

10. Lydia Bennett - Orgoglio & Pregiudizio, Jane Austen. E' la sorella di Elizabeth, una delle più piccole ed una delle insopportabili/stupide. Si infatua di chiunque abbia anche un minimo di fascino e la sua occupazione è osservare gli scapoli, oh mio dio. Solo questo basta a dirvi quanto avrei voluto pugnalarla, ma non potevo perché è un personaggio di fantasia, seppur così realistico!

E' stata un'impresa davvero ardua scegliere dieci personaggi frustranti e gradirei scoprire anche i vostri in modo da confrontarci. Magari ne esce qualcuno ancor più insopportabile!

7 commenti:

  1. Ma noooooo! Ronnieeee!
    Peeta! Il mio Peeta! Io l'ho amato! Sono convinta che fosse l'unico ad avere una visione della situazione a Panem più completa e profonda. Mi spezzi il cuore, sob ='(
    Ne Il Canto della Rivolta ho sofferto per lui. Povera creatura! Pensa che ieri stavo proprio pensando a lui, tormentato e distrutto nel terzo libro e mi sono commossa...Oh, Peeta! Katniss e Snow gliele fanno passare di tutti i colori! *va ad abbracciare i libri*
    Ok. Ora vado a finire di leggere la TOP 10 XD

    RispondiElimina
  2. Ma sai che su alcuni concordo ASSOLUTAMENTE con te? Tipo, cassia. Io quella saga non l'ho digerita un granché e sono d'accordo con te. Totalmente dello stesso parere per quanto riguarda le Bennet e Cate Cahill (ma a me quel libro non è piaciuto >.>)

    RispondiElimina
  3. DRACO >_<
    Però povera Cassia! :P
    Io c'avrei messo dentro pure Bellatrix Lestrange >____<

    RispondiElimina
  4. carinissima questa classifica ha ha ha ...io avrei preso a schiaffi più katniss sai?? concordo su Mrs. Bennet e figlia ....

    RispondiElimina
  5. Ahaahah, bellissima questa classifica, mi sono divertita un sacco a leggerla[: ed escludendo i libri che non ho letto [Orgoglio e Pregiudizio, Ulisse e The Nine Lives...], concordo con gli altri [Frodo poi... ho sempre pensato che fosse un personaggio inutile e troppo stupidoxD]

    RispondiElimina
  6. Troppo divertente questa rubrica, concordo assolutamente con te soprattutto su Cassia!!! L'avrei presa a pugni anch'io, è semplicemente insopportabile xD

    RispondiElimina
  7. ahah bella rubrica!!
    io direi Lissa dell'accademia del vampiro, ogni capitolo era un pianto, e senza Rose sarebbe perduta.
    poi Livia di Roma 40 d.c destino d'amore, avrei voluto prenderla a calci, dio mio che ragazza petulante, irritante, testarda. Non vede la verità anche se si trova proprio davanti a lei!!!!

    RispondiElimina

Mi fa piacere leggere i vostri pensieri, let the freedom free!