gennaio 02, 2013

Recensione: Across the Universe

Autore: Beth Revis 

Titolo: Across the Universe

Editore: Piemme Freeway

Pubblicazione: 2012, Ottobre 9 

Serie: ACROSS THE UNIVERSE #1 

Readership: Young Adult

Genere: distopico, sci-fi

Rating: ★★★★ ½


Amy è una passeggera ibernata sulla navicella spaziale Godspeed. Ha lasciato il suo ragazzo e gli amici sulla Terra ed è partita con i genitori come membro del Progetto Arca Spaziale: si risveglieranno dopo trecento anni su un nuovo pianeta da colonizzare, Centauri. Ma qualcosa è andato storto: qualcuno ha cercato di ucciderla, risvegliandola senza cautele dal suo sonno protetto. E così Amy si ritrova a dover passare senza la sua famiglia ancora cinquant'anni sull'enorme navicella spaziale che sta perdendo velocità, in balia di sconosciuti tra cui si nasconde un assassino che vuole scongelare tutti gli scienziati a bordo, compresi i suoi genitori. L’unico che sembra dalla sua parte è Elder, un ragazzo che presto diventerà il capo della navicella spaziale, e che per quanto sia potentemente attratto dalla sua singolare bellezza, cerca di proteggerla dal resto della comunità e dallo strapotere di Eldest, il capo. Ma Amy può davvero fidarsi di Elder? E quello che prova per lui la aiuterà, o sarà solo un ostacolo alla sua sopravvivenza sulla Godspeed?

Recensione

Il 2012, ormai finito, è stato un anno segnato da mille cambiamenti e novità sia positivi che negativi. In quest'anno ho imparato a variare tra gli autori, sono riuscita finalmente ad aprire un mio blog dopo mesi di complessi (della serie e se non mi seguono?, e se non riesco a farcela?) ed ho anche conosciuto nuovi generi tra cui il distopico, a cui mi sono affezionata. 
I romanzi distopici, non solo mi permettono di giudicare molto meglio la creatività degli autori, ma riescono a farmi riflettere sul mondo d'oggi e farmelo apprezzare un po' di più ogni volta. 
Across the Universe è uno di quei romanzi. Leggermente diverso dagli altri distopici, ma ciò non significa che bisogna amarlo di meno oppure che questo è un suo difetto. 
Il romanzo in questione colpisce al primo sguardo per la cover suggestiva e il suo titolo, tratto dalla famosa canzone dei miei amati Beatles. Ma dietro questi due aspetti ce ne sono altri come la trama interessante e innovativa, misteriosa e futuristica; come uno svolgimento diverso da quello che mi sarei aspettata; come un finale che promette tanto, ma che, per altri, potrebbe essere una conclusione perfetta. 
Beth Revis, la sua autrice, ha voluto deliziarci con una storia fantascientifica, ben studiata e parecchio strana e bella, a mio avviso. Ha creato un mondo distopico, strutturato come una città, claustrofobico come un piccolo spazio, brulicante di persone, caratterizzata da usi e costumi specifici, piena di contraddizioni, di bugie e segreti, ma anche di piccole verità, di sentimenti ed emozioni vincenti. 

Abbiamo due principali protagonisti che si alternano nella narrazione di Across the Universe. 
Elder ed Amy sono due ragazzi completamente diversi in tutto e per tutto, ma che riusciranno a farsi amare ugualmente dai lettori. Entrambi con un passato e una visione del mondo propria e differente che, però, riusciranno a confrontare. Grazie alle conoscenze dell'uno e dell'altra cresceranno in forza ed ambizione, in coraggio ed umiltà per cercare di sconfiggere i tanti segreti che, da anni, sono nascosti nella nave in cui Elder vive da sempre, ma in cui Amy ci è capitata per sbaglio.
Elder è il diciassettenne che susseguirà al comando della nave, che ci introdurrà in quell'affascinante posto che galleggia tra gli astri e le stelle. 
Una nave spaziale partita dalla Terra diretta alla Terra-Centauri, un pianeta che, si presume e si spera, possa ospitare gli umani. 
Una nave, la Godspeed, ben organizzata sia dalla Revis che da coloro che ci vivono. E' un posto intrigante con abitanti semplici ma tutti un po' simili tra loro e pochi con una storia avvincente da raccontare. Ci sembra tutto perfetto e giusto per un posto così, ma non lo è affatto. E' anche un, apparentemente semplice, ambiente dove i segreti - terribili da digerire - sono all'ordine del giorno e vengono somministrati in tutta tranquillità dal leader in carica, Eldest che, a mano a mano che andremo avanti con la lettura, si dimostrerà tutt'altra persona da quella che Elder ci aveva presentato e credeva che fosse.
Grazie ad Amy tutto, non solo il cuore, in Elder cambierà. Quest'ultimo riuscirà a far chiarezza e ad aprire gli occhi, fino ad ora sigillati, sulla crudele verità: la dittatura regna nella sua nave, i suoi concittadini rispettano le regole in assoluto silenzio e in una tranquillità troppo.. pacifica. 
Grazie ad Amy, Elder riuscirà ad andare a fondo ad alcuni misteri che avvolgono la nave in una scena parecchio inconsueta.
Amy è una ragazza nata e vissuta sulla Terra che, decise, insieme ai suoi genitori, di farsi ibernare prima che la Godspeed partisse per poter trovare la pace nella Terra-Centauri. 
L'ibernazione è il congelamento di una persona che viene indotto con degli specifici accessori e che deve venire interrotto con gli stessi specifici accessori. Questo non permette l'invecchiamento o la morte.. tranne se l'ibernazione viene effettuata in modo brusco, come accade alla povera Amy.  
Qualcuno, un serial killer si presume, ha interrotto il suo lungo sonno in modo errato e lei ha rischiato la morte se non fosse stato per Elder che, con tempismo e precisione, l'ha salvata. 
La malinconia che i ricordi le riaffiorano, la mancanza assoluta dell'affetto e della premura dei suoi genitori e le differenze colossali che ci sono tra lei e gli abitanti della Godspeed, saranno per Amy delle emozioni, dei sentimenti e delle caratteristiche con cui combattere. 
Ovviamente non è facile vivere in una nave che ha come naviganti persone che la guardano con disprezzo per il suo colore di capelli, per la sua carnagione e per il suo modo di vivere che, ai suoi occhi, sono totalmente naturali. 
Gli unici che riescono ad apprezzarla sono Elder e Harley - personaggio interessantissimo e a cui ci si attacca immediatamente - che diventeranno subito suoi amici e l'aiuteranno a passare il tempo, la coinvolgeranno nella loro vita e, nel caso di Elder, l'ameranno di più ogni giorno che passa. 
Tra i due si instaurerà immediatamente una complicità forte e romantica che li soccorrerà nei momenti di bisogno, nei momenti in cui tutto sembrerà perduto e nei momenti in cui tutti i nodi verranno al pettine.

Inizialmente questo romanzo potrà sembrare abbastanza lento e tutte le informazioni che la Revis ci somministra potranno confondere i lettori, e non poco. Ma non disperate perché l'autrice è stata davvero brava in queste quattrocentoquattordici pagine ad esporre con maestria e scioltezza una storia così complessa e arzigogolata grazie all'avvicendamento dei due narratori. 
Di certo nella seconda metà del romanzo, già di per se affascinante e per niente non appassionante per la sottoscritta, è più facile entrare nel meccanismo e in sintonia con la storia perché l'autrice ci stupirà con dei colpi di scena e delle rivelazioni inaspettate. 
La storia diventerà più scorrevole e ci sembrerà davvero facile, dopo una certa quantità di pagine, riconoscere i personaggi e sapere anche le loro potenzialità e le loro caratteristiche principali; ci sembrerà strano entrare completamente nella mentalità dell'uno e dell'altra e assecondare le loro scelte; affezionarci ai protagonisti sarà come bere un bicchiere d'acqua. 
Personalmente Across the Universe mi ha colpito moltissimo in positivo soprattutto grazie alla bravura dell'autrice nel narrare e creare una storia e dei personaggi così con sensazioni vivide e palpabili. 
Una è la cosa che ho apprezzato più di tutte in questo romanzo: la storia d'amore. Non è una di quelle storie d'amore semplici e scontate in cui i due innamorati vivono a pieno il loro sentimento. Elder ed Amy sono più due ragazzi pronti a stabilire la giustizia che ad amoreggiare. 
Non che io sia una che odia le storie d'amore classiche, anzi ne vado pazza.. ma la scelta dell'autrice mi è piaciuta moltissimo. Across the Universe è uno young adult con una storia a tratti adult e lasciata in secondo piano. 
La Revis ha fatto centro!

16 commenti:

  1. La pensiamo allo stesso modo! *^*

    RispondiElimina
  2. questo libro è già nella mia libreria e aspetta solo di essere letto *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me dovresti affrettarti!
      Non spaventarti per la sua corposità, perché scorre che è una meraviglia :)

      Elimina
  3. Risposte
    1. Corro a leggere la tua recensione, mi era letteralmente sfuggita ..spero potrai perdonarmi :D

      Elimina
  4. Bellissimo Across the universe, mi è piaciuto tantissimo. *O*
    Aspetto di leggere A million suns con tanta curiosità perchè non riesco proprio ad immaginarmi ció che potrebbe succesere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem! Ho letto la trama su Goodreads giusto ieri e sembra davvero interessante: Elder a capo della nave, lui ed Amy finalmente si fanno trasportare dai sentimenti e iniziando ad indagare su tutti i problemi della Godspeed. Fantastico :)

      Elimina
  5. Mi hai fatto venire voglia di leggere questo romanzo!
    tra l'altro la mia copia è nella libreria che aspetta pazientemente di essere preso in mano :) bella recensione ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se possiedi una copia, allora, che aspetti? Non dovresti lasciartelo scappare, però attenzione a come potresti prenderlo. Ci sono persone a cui è piaciuto - come me, Veronica e Michele - ed altre che affermano che è stato un romanzo poco intenso - come Glinda.
      Se lo leggi mi farai sapere cosa ne pensi, vero?
      Grazie mille, comunque! :D

      Elimina
  6. continuo a leggere pareri positivi su questo romanzo, ma non riesco a decidermi.. sono estremamente combattuta!

    RispondiElimina
  7. Bellissima recensione! Un libro che mi ispira da quando è uscito! Ci farò sicuramente un pensierino!! :D
    Un saluto!
    PS: Molto bello il blog! :D Anch'io ne ho uno che parla di libri (http://libri-ehr.blogspot.it/) Passa se ti va!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio caldamente di leggerlo, è davvero un bel libro scritto molto bene. Anche il tuo blog è bello :)

      Elimina
  8. Ciao! Noi abbiamo già avuto occasione di parlare di questo libro, ma devo dire che dalla tua bella recensione si capisce quanto ti è piaciuto. Attenderemo insieme l'uscita del seguito allora, così potremmo confrontarci ancora!
    Anch'io adoro i distopici proprio perché offrono spesso spunti di riflessione sul passato e sul presente, ma soprattutto sul significato di "umanità".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un piacere per me e lo sai che ci confronteremo sempre noi due ♥

      Elimina

Mi fa piacere leggere i vostri pensieri, let the freedom free!