settembre 12, 2012

Recensione: La Chimera di Praga

Ciao a tutti e buon pomeriggio. 
Con questa recensione posso finalmente dire di essermi messa in pari e di aver messo ordine anche sul blog. Il romanzo che chiude il cerchio dei libri perfetti ed indimenticabili è La chimera di Praga di Laini Taylor pubblicato nel mese di Marzo nell'anno ricorrente dalla, ormai nota ed amata, Fazi Editore. 



Autore: Laini Taylor

Titolo: La Chimera di Praga

Editore: Fazi

Pubblicazione: 2012, Maggio 3

Serie: DAUGHTER OF SMOKE AND BONE #1

Readership: Young Adult

Genere: romance, urban fantasy, fantasy

Rating: ★★★★★


Karou ha 17 anni, è una studentessa d'arte e per le strade di Praga, la città in cui vive, non passa inosservata: i suoi capelli sono di un naturale blu elettrico, la sua pelle è ricoperta da un'intricata filigrana di tatuaggi, parla più di venti lingue e riempie il suo album da disegno di assurde storie di mostri. Spesso scompare per giorni, ma nessuno sospetta che quelle assenze nascondano un oscuro segreto. Figlia adottiva di Sulphurus, il demone chimera, la ragazza attraversa porte magiche disseminate per il mondo per scovare i macabri ingredienti dei riti di Sulphurus: i denti di ogni razza umana e animale. Ma quando Karou scorge il nero marchio di una mano impresso su una di quelle porte, comprende che qualcosa di enorme e pericoloso sta accadendo e che tutto il suo universo, scisso tra l'esistenza umana e quella tra le chimere, è minacciato. Ciò che si sta scatenando è il culmine di una guerra millenaria tra gli angeli, esseri perfetti ma senz'anima, e le chimere, creature orride e grottesche solo nell'aspetto esteriore; è il conflitto tra le figure principi del mito cristiano e quelle dell'immaginario pagano. Nel disperato tentativo di aiutare la sua "famiglia" Karou si scontra con la terribile bellezza di Akiva, il serafino che per amore le risparmierà la vita.

Recensione 

Nonostante l'evidente successo editoriale - sia in patria che in Italia - de La chimera di Praga, io non ero rimasta incantata dalla sua trama o dalla sua copertina. Anzi a dirla tutta non avevo nemmeno provato a leggerne la sinossi perché non m'ispirava miniamente né il titolo né la copertina. 
So che sbaglio e che non dovrei lasciarmi influenzare dall'aspetto esteriore ma - e lasciatemelo dire! - è quello che noi possiamo guidicare a prima vista, a primo impatto. 
La mia idea cambiò - come sempre - grazie al mio amico Hazel che, una volta aver terminato un libro, anche uno qualsiasi, riferisce a me le sue considerazioni personali. 
Mi ha detto che è stato il libro migliore del 2012 e che l'avrei amato alla follia. 
Seguendo il suo consiglio ho richiesto il romanzo e mi sono fatta trasportare dalla storia di Karou e della sua famiglia di chimere. 
Karou - nome che significa "speranza" - è una bellissima ragazza che vive a Praga e che ha un talento innato e una forte passione per il disegno. Potrebbe sembrare una normale adolescente se non fosse per i suoi capelli di un blu elettrico naturale, per la sua famiglia per metà umana e per metà animale e per tutti quei segreti che quest'affascinante ragazza custodisce. 
Tra una commissione dall'altra parte del mondo per Sulphurus - parte integrante e pilastro dela sua famiglia di chimere -, un pranzo al Poison Kitchen con la sua migliore amica Zuzana e un giro per Praga, Karou passa il suo tempo in questo modo.. ignara di quello che sta per accadere a lei ed Eretz intera, il mondo delle chimere. 
Queste ultime non sono le uniche creature misteriose e fantastiche presenti in questo eccentrico tomo; vi sono gli angeli. 
Tra questi individui mitologici non solo non scorre buon sangue ma sono entrambi causa di milioni di guerre che da secoli loro stessi sono costretti a combattere l'uno contro l'altro per cercare di portare a termine una disputa così antica che non ricordano nemmeno cosa riguardasse. 
Gli Angeli, i serafini, nascono come soldati e vengono addestrati fino a quando non arriva per loro il momento di entrare in campo. 
Le chimere invece hanno il potere della rinascita, di una nuova vita in un altro corpo dopo la morte, grazie all'uso d un oggetto molto singolare e strano (che non vi rivelerò di certo). 
La vita di Karou viene capovolta parecchie volte sin dal suo litigio con Sulphurus per poi arrivare alla chiusura dei portali che la trasportavano Altrove, nel mondo in cui vivono le chimere. 
Karou si ritroverà a dover affrontare la sua, di vita, da sola con la pesante consapevolezza nel cuore che le sue chimere Sulphurus, Sybilis, Twiga e Yasri l'abbiano abbandonata per 
sempre. 
Ma ecco che qualcosa di totalmente inaspettato arriva nella vita della nostra protagonista. Tuttò ciò che lei ha sempre cercato, l'attesa di un'estistenza intera: l'amore vero. 
Ha sempre desiderato un compagno a cui fare affidamento, con cui condividere segreti pesanti come un macigno.. Colui che esaudirà il suo desiderio più grande, più potente ed intimo è Akiva, il serafino - dalla bellezza celestiale - nemico della sua famiglia da tempo ormai immemore. 
Ma i colpi di scena non finiscono qui perché la Taylor ha in serbo per noi lettori quello più gustoso ed allettante di tutti che ci spiazzerà e ci farà conoscere non solo la ragazza sotto 
una luce diversa ma anche il suo stesso talento di scrittrice. 
Con una prosa delicata, fluida, poetica e dettagliata ci introduce in un mondo del tutto nuovo dove la regola principale è stupire. 
Ci narrerà di creature mistiche e di un amore impossibile così simile a quello che i famosi personaggi dello scrittore anglosassone William Shakespeare, Romeo e Giulietta, dovette 
provare. 
Tra rivelazioni scoppiettanti, descrizioni realistiche e flashback per nulla noiosi la Taylor ci presenta il suo romanzo favoloso alias bom editoriale del 2012. 
Ho trovato l'ambientazione perfetta per un libro dai tratti così dark. Praga è una città bellissima dai toni caldi e rassicuranti con quelle architetture gotiche che ti fanno sentire protetta e al sicuro. L'autrice è riuscita a descriverla in modo superbo e a farci immaginare di essere fisicamente lì. 
Ho apprezzato tutti i personaggi, non ce n'è stato uno che non mi è piaciuto. Caratteri apparentemente forti e distaccati ma con un animo dolce, profondo e malinconico: questi sono gli aspetti caratteriali di Karou, Akiva, Sulphurus, Kazimir, Hazael e Liraz. 
Le similitudini e le metafore presente in esso sono ben studiate ed originali. 
Ogni cosa è al suo posto in questo romanzo ed io sono grata al mio amico per avermelo consigliato. 
Se anche voi siete un po' scettici come lo ero io riguardo La chimera di Praga vi assicuro che se lo comprate non ve ne pentirete! 
Vi sentirete trasportati dal clima che areggia attorno a Praga colmo di stranezze e di un inaspettato, ma tanto dolce ed appropiato, amore. 

8 commenti:

  1. Concordo! Libro bellissimo :)
    Ps. Anche a me la copertina non piace! xD

    RispondiElimina
  2. Piccolo premio per te http://libridilo.blogspot.it/2012/09/premio-cutie-pie.html

    RispondiElimina
  3. Anch'io ero scettica all'inizio e detestavo la cover (secondo me è perfetta l'originale, quella con la maschera), ma mi sono ricreduta presto leggendo... Il romanzo merita di essere letto da tutti, è meraviglioso*_* anche secondo me il migliore dell'anno...

    RispondiElimina
  4. Sai che anche io ho sempre snobbato il libro? Sia per la copertina, che per la trama che boh non mi convinceva...
    Ma quasi quasi grazie alla tua recensione ci faccio un pensierino :D mi hai convinta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì deni dato che i nostri gusti combaciano quasi sempre dovresti provare,non ne rimarrai di certo delusa! ^^

      Elimina

Mi fa piacere leggere i vostri pensieri, let the freedom free!