maggio 22, 2012

Welcome

Benvenuti è l'unica parola che mi viene in mente. 
Finalmente ho deciso di creare un blog letterario, un mio blog letterario. Perché c'è una differenza tra seguire dei blog e averne uno. Averne uno è come.. lasciare il segno, ed è quello che faccio di solito, nel bene e nel male.

I libri mi hanno sempre accompagnato nella vita, specialmente nei momenti difficili e non riesco ad abbandonarli. E' un modo tutto mio di evadere, di lasciarmi alle spalle almeno per un po' la mia vita. Una vita che, non lo nego nonostante mi è difficile ammetterlo, non è stata delle più rosee. 

Mi sono avvicinata alla lettura piano piano all'età di sette anni, alla morte di mia madre, assieme a mia sorella. Volevamo un conforto e un pomeriggio prendemmo un libro di nostra madre, non ricordo neanche il titolo, ed iniziammo a leggere un capitolo ciascuno ad alta voce. Da quel momento in poi non riuscimmo più a non leggere. 
Poi alla morte di mia sorella mi rifugiai ancora di più nei libri. Non riuscivo neanche a guardami allo specchio perché mia sorella era la mia gemella e in ogni mia caratteristica fisica guardavo lei. Leggendo libri invece guardavo altre persone. Sceglievo libri dove i protagonisti erano rigorosamente meno felici di me, perché dovevano rispecchiare il mio stato d'animo anche se una volta finiti li buttavo.
Due anni dopo riuscì a non buttarli più e, anzi, iniziai a comprarne sempre di più, custodendoli gelosamente. 
Insomma la lettura per me non è un semplice svago, è un qualcosa di più. Molto di più. Non riesco neanche a trovare le parole per descrivere quello che provo quando ho in mano un libro. In quel momento mi attraversano un sacco di ricordi, più brutti che belli, ed io ho imparato a conviverli con essi.  
Ora non leggo solo i libri con protagonisti tristi ma anche quelli con personaggi felici. Adoro i romanzi rosa, i fantasy, gli young adult, i distopici, gli horror, i gialli.. un po' di tutto. 

Leggo, leggo sempre perché...

..solo leggendo si può essere finalmente liberi.